Ti mangi le pellicine delle dita? Potresti soffrire di di dermatofagia

Molte persone hanno l’abitudine di strappare la pelle delle dita, e questo brutto vizio spesso è causato dall’ansia. Questa è un’abitudine classificata nei disturbi ossessivo compulsivi (DOC) dagli specialisti della salute mentale.

Infatti, secondo il sito Right Diagnosis, la dermatofagia è correlata al disturbo ossessivo compulsivo, e chi soffre di questa patologia strappa la pelle attorno alle unghie, spesso provocando addirittura sanguinamento e depigmentazione, soprattutto se quest’abitudine si protrae col tempo. Quest’azione nervosa avviene spesso inconsciamente, e le persone smettono soltanto quando vedono del sangue fuoriuscire, ma quando la pelle guarisce, ricominciano a mordicchiare di nuovo in quella zona.


credit: pixabay/derneuemann

È un disturbo in realtà molto diffuso, ed i dermatologi del Walter Reed Army Medical Center, in un articolo pubblicato sul Journal of the American Academy of Dermatology, hanno affermato che la dermatofagia (letteralmente dal greco “mangiare la pelle”) è causata da una condizione chiamata escoriazione necrotica o dermatillomania, e ne sono affetti coloro che vivono momenti di stress emotivo molto intensi.

Sfortunatamente questo non è un disturbo molto semplice da spezzare, infatti la maggior parte delle persone che soffrono di dermatofagia non riescono a trovare un trattamento adeguato. Le cause di questa patologia sono diverse:
Un Trauma: a volte un evento eccessivamente traumatico può essere l’innesco di questo disturbo
Lo Stress: chi non riesce a sopportare ritmi di vista troppo stressanti, potrebbe essere più incline a soffrire di questa patologia, poiché spesso ciò che proviamo può riflettersi anche nelle nostre azioni, consapevoli e non.
Genetica: spesso coloro che hanno i genitori che soffrono di questo disturbo, hanno maggiori probabilità di soffrirne.

Fortunatamente non tutto è perduto. Esistono infatti diversi rimedi, che vanno dalle alternative olistiche, alla terapia comportamentale. Se pensi di avere questo problema, potresti provare queste alternative:
Spalma sulle dita una soluzione composta da aglio e pepe
Se sei una donna, puoi provare ad utilizzare uno smalto dall’odore intenso e fastidioso
Indossa i guanti
Cerca di tenere quanto più possibile le mani occupate
È importante, però, sottolineare che nei casi più gravi, ove il disturbo è patologico e cronico, è fondamentale consultare uno specialista che fornirà la giusta diagnosi e troverà la giusta terapia.

LEGGI ANCHE: Alloro: tutti i benefici della pianta dalle proprietà eccezionali