Sei metodi da tenere a mente per riuscire a bruciare i grassi e perdere peso con successo.

Quest’anno a causa del Covid-19 non siamo riusciti a mantenere molte cose che ci eravamo ripromessi di fare. Soprattutto durante il periodo di quarantena, per molti di noi è stato praticamente impossibile non mettere su qualche chilo. Questo perchè la noia spesso ci fa sfogare mangiando o comunque, pur di fare qualcosa per far passare il tempo, siamo diventati dei cuochi provetti. Oltre a cambiare le nostre abitudini alimentari, si sono modificate anche quelle che riguardano l’esercizio fisico. Anche la semplice ed abituale passeggiata per mesi non è stata più attuabile facendo emergere, anche dopo la fine della quarantena, il pantofolaio che è insito in noi.

Dopo queste particolari vacanze estive, la gran parte della popolazione ha deciso di rimettersi in riga, provando a seguire un regime alimentare più controllato e sano ed aggiungendo al tutto una sana attività fisica. Secondo alcuni esperti per affrontare il problema del sovrappeso si deve tener conto di 6 punti principali: non parliamo quindi solamente di alimentazione e attività motoria, ma anche e soprattutto dell’impatto psicologico. Ecco perchè è necessario tener conto di alcuni punti particolari rispetto a ciò che abbiamo appena descritto:


credit: pixabay/Tumisu

1. Osservanza
L’osservanza può essere considerato uno dei punti chiave da tenere a mente quando si parla di dieta ed attività fisica. Con questa parola si intende l’idoneità che abbiamo di far perdurare nel tempo la decisione presa, rispettando il programma che abbiamo deciso di seguire. Non si tratta di interpretarlo come un obbligo, ma di prendere coscienza della decisione presa e sentirsi a proprio agio con questa.

2. Deficit calorico
Il deficit calorico consiste, quando si decide di perdere peso, di tentare di andare a consumare una maggiore quantità di calorie rispetto a quelle che si ingeriscono durante l’arco della giornata. Secondo l’OMS, il giusto apporto di calorie dovrebbe aggirarsi per gli uomini intorno alle 2.000/2.500 kcal al giorno, mentre per le donne parliamo di circa 1.500/2.000 kcal. In questo caso dovremmo riuscire a ridurre le calorie assunte tramite una corretta e sana alimentazione, in modo tale da evitare l’accumularsi del grasso in eccesso e andando ad usare le riserve di grasso, portandole ad una considerevole diminuzione, nel momento in cui ci alleniamo.

3. Progressione
Il consiglio che danno gli esperti è quello di evitare si attuare sin da subito una dieta altamente restrittiva, in quanto in questo modo può essere percepita dal nostro cervello come un ostacolo. È preferibile invece, arrivare al punto stabilito in modo progressivo, in modo tale da fare abituare il corpo non creando così uno shock fisico e mentale.

4. Costanza
La costanza è alla base del raggiungimento dell’obiettivo. Nel momento in cui si decide di perdere peso è utile creare un piano di azione per riuscire a portare a termine il programma. È sempre consigliabile richiedere un parere medico, in modo tale da evitare possibili problemi di salute e cercare di seguire gli obiettivi prefissati; è utile cercare di porsi degli obiettivi raggiungibili a breve termine in modo tale da non stancarsi e arrivare alla meta con più facilità, avendo così un maggior numero di successi.

5. Programmazione
È raccomandato dall’OMS riuscire a fare almeno 150 minuti di attività fisica a settimana, vale a dire circa 30 minuti al giorno per 5 giorni. Non si tratta di tempistiche assurde e proibitive, ma che comunque hanno bisogno di impegno e forza di volontà. Sicuramente riuscire a ritagliarsi 30 minuti, durante l’arco di una giornata, per spezzare la routine e trarre giovamento al nostro organismo non dovrebbe creare alcun problema.

6. Pianificazione
È molto importante, per riuscire a portare a termine i propri obiettivi, pianificare con molto anticipo si l’allenamento a cui sottoporsi che l’alimentazione da seguire. In questo modo ci sarà meno possibilità di attuare strappi alle regole, in modo tale da raggiungere gli obiettivi prefissati in poco tempo.

LEGGI ANCHE: Prezzemolo: tutto quello che c’è da sapere sull’erba mediterranea che aggiunge colore ai nostri piatti.