Non è fantascienza: Ecco il mistero degli alberi che camminano

Questi alberi sono molto particolari e prendono il nome di Socratea Exorrhiza. Si trovano nelle foreste pluviali dell’America latina. La natura sa sempre stupirci a suo modo, e molte persone non credono possibili certi fenomeni che a solo pensarci, sembrano essere molto più vicini a un film di fantascienza che alla realtà.

Ma questi alberi, invece, riescono a fare dei piccoli movimenti, ad avanzare, come direbbe qualcuno, a passo lento. Riesce anche a muoversi di 2/3 cm al giorno. La spiegazione più gettonata sta nelle loro radici che cercano di porsi in una posizione migliore per avere una maggiore quantità di luce. La conformazione delle loro radici sembra proprio quelle delle gambe. Si trovano, come abbiamo appena detto, nelle foreste dell’America del sud, o in Amazzonia.

Non sono tutti convinti di questo fenomeno. Il biologo Avalos, nei primi anni 2000, aveva assicurato che le passeggiate di queste piante o i loro eventuali avanzamenti erano solo un mito, dato che le radici, germogliavano dalle palme e ne rendevano impossibile il movimento. Erano insomma fermi, con i loro tronchi.

Insomma, potrebbe trattarsi solo di un mito ma di questi alberi si parla molto, e sono tantissimi i turisti che visitano l’Ecuador, dove questo fenomeno viene descritto come reale.

Nel 1961 fu ipotizzato che le radici si adattassero per crescere in aree paludose della foresta. Ma non esistono prove del fatto che queste radici siano un adattamento alle alluvioni. Nel1980 un altro studiosò ipotizzo che queste radici permettessero alla pianta di “allontanarsi” se un altro albero”gli cade addosso”, in questo modo le radici permettevano all’albero di raddrizzarsi.

Secondo altri studi invece, quando il terreno viene eroso, l’albero crea nuove radici che cercano un terreno più solidi e scavano fino a venti metri. L’albero quindi cambia prospettiva per cercare un posto più soleggiate. Le radici escono dal terreno e avanzano verso l’aria, in tale modo, combattono per trovare la luce migliore e un terreno più ricco e solido, si tratta di una lotta per la sopravvivenza.

Il ricercatore Vrsansky dice che ancora oggi, gli studiosi sono molto divisi sul punto, ma secondo lui riescono realmente a muoversi. C’è chi afferma un reale spostamento delle piante e chi invece nega tutto. Ad ogni modo, come già detto, molti visitatori che sono stati sul posto hanno potuto affermare che i luoghi in cui sorgono tali alberi sono veramente magici e incantati. Che sia solo un effetto placebo? Chissà.

LEGGI ANCHE: Che energia trasmettono le piante grasse in casa e come prendersene cura

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: