Non buttate l’acqua della pasta nel lavandino! Ecco perché

Perché sprecare dell’acqua che ci consente mille modi di utilizzo differenti? Molto spesso sprechiamo cose che possiamo ancora usare per un bel po’ e non ci rendiamo conto che così facendo, facciamo un torto alla natura.

Per esempio: sapete che l’acqua di cottura della pasta è ottima per innaffiare le piante e lavare i piatti, ecco perché non dobbiamo mai buttarla nello scarico del lavandino, è inutile buttarla via così, dato che può essere riciclata in tanti modi diversi.

credit: pixabay/picjumbo_com

Ma soprattutto: avete mai pensato che è possibile con quest’acqua preparare anche del pane o una focaccia? Ecco la ricetta: acqua bollita, 5 g di lievito, 500 g di farina, 3 cucchiai di olio d’oliva, olive verdi, foglie di basilico.

Una volta reperiti gli ingredienti che vi abbiamo appena segnalato qui sopra, andiamo a vedere, passo dopo passo, le modalità di preparazione che useremo qui di seguito.

Per prima cosa dobbiamo mescolare il lievito in acqua calda e andare ad aggiungere, mano mano, la farina, l’olio d’oliva per poi impastare ben bene. A questo punto lasciamo lievitare l’impasto per un paio d’ore.
Dopodiché, possiamo stendere l’impasto, posizionare le olive verdi e le foglie di basilico e spennellare l’olio d’oliva come mostriamo nel video che vi alleghiamo in articolo, in modo che il processo sia ancora più chiaro e facile da seguire.

Bene, se avete svolto tutto nel migliore dei modi, non dovete far altro che far cuocere in forno a 200 gradi per circa 20, 25 minuti.
Tutto chiaro? Provatela in casa, siamo sicuri che rimarrete stupiti dalla sua bontà. A volte le cose migliori sono realmente dietro l’angolo, ma non ce ne rendiamo conto. Se usassimo al meglio le risorse che abbiamo in casa, tutto sarebbe molto diverso. Provare per credere.

LEGGI ANCHE: Basterà versarne un po’ sul panno umido! Il rimedio naturale per un lavello lucido e pulito