Melissa:la pianta aromatica dalle molteplici proprietà. Ecco perchè è buona per la salute

La melissa è una pianta aromatica dalle molteplici proprietà. Originaria dell’Europa e dei paesi mediterranei, questa pianta cresce in modo spontaneo solitamente ai margini dei boschi. È conosciuta anche con il nome di limoncella, grazie all’inconfondibile fragranza che emanano le sue foglie di colore verde.

Grazie alle sue numerosi proprietà, tra le quali ricordiamo quelle antinfiammatorie e antispasmodiche, la melissa è spesso utilizzata per la cura del nostro corpo. Questo tipo di pianta aromatica è ricco di vitamina C e tiamina (vitamina B1), ha un alto contenuto di olio essenziale al suo interno, che viene spesso utilizzato per curare gli stati ansiosi che solitamente vengono somatizzati nella zona gastrica.

Foto: pixabay/ivabalk

Grazie alle proprietà antispasmodiche, carminative ed antinfiammatorie di cui abbiamo parlato all’inizio, questo prodotto risulta essere un ottimo alleato per alleviare i disturbi causati dai dolori del ciclo mestruale. È molto indicato anche per combattere la nausea, la flatulenza, i crampi addominali, la colite e la nevralgia.

Contiene al suo interno delle molecole che pare esercitino potere calmante e sedativo; inoltre ha molteplici proprietà antivirali, efficaci soprattutto per la cura dell’herpes labiale. Vista la sua attitudine nella cura degli stati ansiosi, è di grande efficacia anche per lenire i problemi causati da depressione, ansia, disturbi del sonno e iperattività.

È molto indicata anche per quanto riguarda il sanamento delle vie respiratorie, per migliorare gli stati di tachicardia (sempre affiliati agli stati di ansia) e di pressione alta. Ha al suo interno delle proprietà astringenti e cicatrizzanti che possono risultare di grande aiuto per ridurre i fastidi causati dalle punture di insetto e pare sia ottima per lenire i dolori delle piaghe.

Foto: pixabay/flockine

Come per la maggior parte delle cose con cui entriamo in contatto, è sempre consigliabile però non fare un utilizzo eccessivo di questo prodotto. Soprattutto in caso di gravidanza e allattamento. È da evitare il suo uso anche se si soffre di ipotiroidismo, glaucoma o si hanno danni al nervo ottico. È consigliabile sempre seguire le indicazioni degli esperti ed evitare di aumentare il dosaggio in quanto se assunta in dose maggiore di quella prevista, può portare ad avere effetti contrari, aumentando gli stati di ansia e nervosismo.

LEGGI ANCHE: Prezzemolo: tutto quello che c’è da sapere sull’erba mediterranea che aggiunge colore ai nostri piatti.