Il vero motivo per cui hai l’alito cattivo

Poche cose ci rendono nervosi come avere un alito cattivo ed esserne consapevoli.  Eh sì, quante volte vi sarà capitato… e magari, avrete abusato di gomme da masticare, avrete usato collutorio, vi sarete lavati i denti due volte nel giro di un’ora, ma avevate sempre quel problema lì, a rompervi le scatole.

L’alitosi è in realtà causata da batteri che hanno preso praticamente residenza nelle aree interne della nostra bocca, sono residui di cibo o cellule della pelle che causano tale problema. Tali batteri in bocca praticamente puzzano.

Vediamo ora quali sono le cause più comuni, all’origine di questo problema.

Malattie gengivali
L’alitosi di solito non è causato solo dalla scarsa igiene orale, di solito incolpiamo alimenti come alcol, cipolla, caffè e via dicendo, in realtà, ci sono problemi gengivali che la rendono un problema cronico. La gengivite si verifica quando i denti, insomma, non sono curati nella maniera corretta e ciò permette ai batteri di proliferare. Se non trattata nella giusta maniera, la gengivite e la parodontite possono distruggere le strutture di supporto ai denti, non solo le gengive, ma anche i tessuti che circondano i denti, cosa che può portare a molti problemi, come la perdita dei denti nei casi peggiori.

Avere la bocca secca
Avere la bocca secca è un’altra causa di alitosi, specie quando dormiamo la situazione peggiora, soprattutto se lo facciamo a bocca aperta. Ovviamente la secchezza delle fauci ha i suoi motivi, per esempio tonsillite o problemi come raffreddore, sinusite, bronchite e via dicendo. Se senti che la secchezza delle fauci potrebbe essere un problema cronico per te, allora rivolgiti a un medico, per escludere anche malattie gastrointestinali. A volte l’alitosi, infatti, nasconde altri problemi e mascherarla serve a poco.

Potrebbe interessarti anche: I cibi che ti rendono bello. Dalla pelle luminosa all’umore migliore, ecco cosa non deve mancare sulla tua tavola.