I principali metodi professionali per rilevare le perdite d’acqua

I sistemi idraulici non son sempre facili da gestire. Ci sono perdite costanti che possono causare la nascita di muffe e di funghi nel tempo. Dobbiamo quindi rilevare le perdite di acqua e evitare in questo modo di gravare sul bilancio familiare con riparazioni inutili.

I segni di perdite d’acqua includono umidità intorno a lavandini, rubinetti, vasche. Ci sono anche muffe e crepe nei muri. Individuiamo la posizione della perdita, questo ci aiuterà molto, se non fosse molto complesso. Pertanto, alle volte dovremmo rivolgerci comunque a dei professionisti. Esistono 4 modi per rilevare delle perdite.
Vediamoli insieme.


credit: pixabay/mfuente

Usare Geofono
Questo modo usa la tecnologia per rilevare le perdite. Funziona misurando la perdita del rumore e le variazioni nei tubi idraulici. Molto utile e facile da usare. Molto affidabile, anche. Ma ha bisogno di qualcuno esperto nell’uso!

Test di tenuta con fumo e colorante
Questo metodo prevede l’uso di fumo innocuo per rilevare la posizione di una perdita. I tubi idraulici principali vengono svuotati e il fumo è introdotto nei tubi. Il fumo uscirà nel punto della perdita, inseriremo il colorante e a questo punto possiamo comunicare subito all’idraulico dove intervenire.

Termografia
Questo metodo usa la tecnologia a infrarossi per scoprire le perdite. Gli idraulici usano le luci a infrarossi per localizzare le perdite nei muri, nei pavimenti e nelle sorgenti sotterranee. È molto professionale.

Ispezione video
Si può usare una videocamera per trovare un tubo rotto e perdite sul pavimento e sul muro. È molto comune questo metodo e sicuramente è usato per rilevare i problemi più gravi. Come vedrete, è usatissimo dai tecnici più esperti. Ecco, questi metodi ti consentiranno di scoprire la fonte primaria delle tue perdite in breve tempo. Certamente l’esperienza di un professionista sa essere ancora meglio.

LEGGI ANCHE: Trucchetti utile per togliere via dai muri la muffa!