Come rimuovere il grasso da pentole e padelle e farle diventare come nuove

Fare lavori domestici non è sempre facile ma ci sono alcuni modi di lavorare che ci rendono la vita molto più semplice del previsto. Sebbene è praticamente impossibile liberarci delle pulizie in casa, abbiamo tante modalità per accelerare il processo domestico.

È molto importante però seguire delle regole d’oro, che ci consentiranno di avere una pulizia della nostra abitazione e dei nostri spazi quantomeno regolare. Se non hai mai avuto il tempo per pulire una pentola subito dopo averla usata, sai a cosa vai incontro: il grasso si attacca sul fondo e si forma uno strato spiacevole e difficile da rimuovere che di certo non ci consente di utilizzarla di nuovo in tempi rapidi.


credit: pixabay/fotoblend

Ma non disperare, oggi ti mostriamo, per l’appunto, un trucco meraviglioso che ti farà risparmiare minuti preziosi sotto questo punto di vista.
Avrai bisogno di: 100 g di bicarbonato di sodio, 100 g di silicato o colla per carta, 100 g di senape in polvere, 5 litri di acqua.
Ora vediamo come fare.
Prima di tutto, assicuriamoci di indossare guanti resistenti al calore, guanti speciali, di gomma, che possono essere molto utili per avere a che fare con le alte temperature, come quelle del forno.

Versiamo l’acqua in una ciotola capiente e portiamo tutto ad ebollizione. Il contenitore deve essere largo e alto. Aggiungiamo gli altri ingredienti e non spegniamo il fuoco. A questo punto immergiamo l’utensile da pulire e lasciamolo per un po’ in ammollo. Dopo tale procedura il grasso si fa molto più morbido e possiamo rimuoverlo facilmente con una spugna che sia appropriata.

Una volta finite le operazioni, il risultato sarà molto più soddisfacente di quello che abbiamo visto di solito.
Provare per credere. Certe volte la soluzione è dietro l’angolo ma ci perdiamo in un nonnulla.

LEGGI ANCHE: Come evitare che la tua spugna sia un ricettacolo di batteri