Come calcolare “scientificamente” l’età “umana” dei cani

Avrai sicuramente sentito parlare della regola dei sette anni per calcolare l’equivalente età umana di un cane: ogni anno dell’animale equivale, insomma, a sette anni. Tuttavia, questa regola, oltre a non avere alcuna base scientifica, chiaramente non funziona, poiché, ad esempio, mentre un cane di un anno ha già raggiunto la maturità fisica e può riprodursi, un bambino di sette anni è ancora nel pieno dell’infanzia.

Inoltre, oggi vediamo facilmente cani di 14 o 15 anni, il che significherebbe che sarebbe altrettanto facile trovare cani centenari, ma non è proprio così. Una versione più “raffinata” di questa regola suggerisce che i primi due anni del cane corrispondono a 12 anni umani, mentre tutti gli anni successivi sarebbero equivalenti a quattro, ma anche in questo caso non ci avviciniamo molto alla realtà.


credit: pixabay/Free-Photos

Allora come lo calcoliamo?
Per fornire una risposta scientificamente fondata, un gruppo di ricercatori dell’Università di San Diego (USA) si è messo al lavoro strenuamente e, basandosi sull’invecchiamento dell’animale, ha ideato una nuova e più complessa formula per calcolare l’anno preciso.

Per elaborarlo, è stata presa in considerazione l’epigenetica, cioè le modificazioni chimiche che il DNA di un essere vivente subisce nel corso della vita che creano quello che è noto come l’orologio epigenetico. Inoltre, sono stati presi in considerazione malattie e disturbi che compaiono con l’invecchiamento sia nelle persone che nei cani, lo stile di vita e le cure mediche che entrambi ricevono.

I ricercatori hanno confrontato i cambiamenti nel DNA degli umani e quelli di una specie specifica, il Labrador Retriever, e hanno tenuto conto che, razze a parte, i cani raggiungono la pubertà a 10 mesi, la maggior parte muore prima dei 20 anni e che, biologicamente, il primo anno di un cane equivale a 31 esseri umani. Quindi, la formula che è emersa è la seguente:
età umana equivalente = 16 x ln (età cronologica del cane) + 31

“ln” è un logaritmo naturale e per calcolarlo basta premere il tasto che compare su qualsiasi calcolatrice scientifica. Se il processo ti pare macchinoso, puoi sempre fare clic sull’articolo originale della rivista Science, che include una calcolatrice in cui devi solo inserire l’età del cane in questione.

Se vuoi risparmiarti il conto, lo abbiamo già fatto, quindi, tenendo conto di questa formula, l’equivalente in anni umani di quelli dei cani corrisponde a:
ANNI CANINI          ANNI UMANI
1                                31
2                                42,1
3                                48,6
4                                53,2
5                                56,8
6                                59,4
7                                62,1
8                                64,3
9                                66,2
10                              67,8
11                              69,4
12                              70,8
13                              72
14                              73,2
15                              74,3
16                              75,4
17                              76,3
18                              77,2
19                              78,1
20                              78,9

Un’altra scorciatoia sarebbe, supponendo che il primo anno del cane sia uguale a 31 anni umani, aggiungere 11 ogni volta che l’età del cane raddoppia. Cioè, un cane di 2 anni equivarrebbe a 42, un cane di quattro anni a 53, un cane di otto anni a 64 … Anche se è meno preciso. Anche così, la formula sarebbe molto generica, poiché l’invecchiamento dei cani dipende anche dalla razza. E allora, vi convince? Voi come calcolate l’età dei vostri migliori amici animali? Diteci la vostra nei commenti.

LEGGI ANCHE: 12 Foto delle creature più spaventose catturate nel profondo