12 Foto delle creature più spaventose catturate nel profondo

La natura è matrigna, diceva un famoso poeta, noto al mondo intero come Giacomo Leopardi. In quel monito che ha riversato nella sua produzione e che ha fatto tanto pensare gli studiosi e gli scrittori di tutto il mondo, il poeta di Recanati voleva insinuare nella mente dei lettori qualcosa di molto più profondo: su questa Terra abitano creature sconosciute e indecifrabili, creature che, molto spesso, possiamo quasi paragonare a dei veri e propri mostri per il loro modo di essere e di comportarsi.

Non possiamo mai capire fino in fondo i comportamenti e le azioni di tutte quelle persone che abitano il pianeta, ma una cosa, forse la possiamo dire. Stretti, come siamo, nel nostro habitat naturale, non ci rendiamo mai conto della straordinaria varietà di strane e particolari creature che ci sono sul pianeta e che spesso sono intorno a noi.
Nella rassegna di oggi vogliamo proprio parlarvi di tutti quegli animali che gli utenti sono stati in grado di fotografare e di immortalare sui social e che hanno finito per scombussolare la nostra visione delle cose, regalandoci emozioni mai provate prima.

Il marinaio di Murmansk, Roman Fedortsov, è uno dei pochi a fornire contenuti interessanti in merito ed essendo membro di un peschereccio che si muove nell’Oceano è riuscito a catturare tante specie di rettili marini mai visti prima o comunque sconosciuti all’occhio e alla conoscenza comune.

Nella sua pagina, possiamo ammirare, tramite i suoi scatti, queste particolari creature. Ci sono album interi dedicati ad esse. E adesso bando alle ciance, non vi resta che gustarvi la rassegna di immagini che abbiamo preparato per voi.

In questo caso ci troviamo, ad esempio, di fronte ad un particolare esemplare di razza. Molto strana, tanto che neanche Roman riesce a dargli un nome preciso.

Si tratta di una particolare specie di lampreda. Questi pesci hanno mantenuto nel tempo il loro aspeto quasi invariato. Raggiungono anche i 70 cm di lunghezza, hanno una narice e 4 cuori. Vedono male ma hanno delle cellule fotosensibili vicino alla testa. Sono in grado di fare un nodo per strappare pezzi di cibo. Hanno una lingua con due file di denti per catturare la loro preda.

Phronima, è un piccolo crostaceo anfipode. Ha una trasparenza quasi perfetta. Per proteggere se stessa e la prole, la femmina cerca una casa: in questo casi gli fanno molto comodo i tunicati, animali che hanno il corpo a forma di borsa. La Phronima morde questa creatura e ne divora l’interno, creando una specie di botte con due fori all’estremità.

Quello che viene mostrato nella prossima foto è un pesce rarissimo, di cui il pescatore non è riuscito a trovare molte informazioni. Il nome latino è Gargariscus, si puo’ trovare nella parte orientale dell’oceano indiano e solitamente vive ad almeno 300 metri di profondità.

Quella che vedrete di seguito è uno splendido esemplare di Ophiura.

Le attinie (anemoni di mare) occupano habitat naturali di qualsiasi profondità, hanno diverse forme. Come potete veder sono davvero particolari!

l’anguilla di beccaccino è un abitante unico degli oceani del mondo. Ha preso il nome dal suo corpo lungo e snello.
La sua lunghezza può raggiungere 1,5 metri. Il corpo del pesce è lungo e stretto, caratteristico di tutte le anguille. Le mascelle sono molto sottili e quella superiore è molto arricciata, il che fa sembrare il muso del pesce il becco di un uccello. Le mascelle hanno piccoli denti uncinati.

Rana pescatrice, le femmine sono molto più grandi dei maschi. Ha una testa molto grande ed appiattita ricoperta da spine. Puo’ avere dimensioni esemplari di 200 cm di lunghezza e pesare circa 60 Kg.

Avete mai visto il Granchio gigante del Giappone? Questo esemplare ha 3 zampe, invece di averne 8. Ma nonostante questo ha un incredibile forza di volontà.

Pesca nell’Oceano Atlantico, vicino al Marocco. Pesce luna catturato accidentalmente in una rete da traino.

Le creature dei mari sono davvero particolari e bizzarre. Pesce volante. Catturato nella zona di pesca del Marocco

Anche la prospettiva da cui viene visto un pesce puo’ rendere un normale pesce davvero mostruoso.

Se il nostro articolo vi è piaciuto, allora dovete assolutamente fare un giro sulle nostre pagine per leggere tanti altri articoli simili.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: