4 consigli utili per evitare che il compost si riempia di moscerini.

Il compost è il materiale che deriva dal processo biologico che ha lo scopo di creare una sostanza ricca di nutrienti, creata con i rifiuti organici, che è possibile impiegare in vari modi. Ad esempio il compost è un ottimo prodotto per concimare l’orto. Purtroppo però questo prodotto può attirare un gran numero di moscerini e altri svariati insetti, in grado di moltiplicarsi in modo davvero veloce. Applicando questi 4 utili consigli, avremo la possibilità di ottenere un compost senza quei fastidiosi insetti.

1. Coprire il compost
Per riuscire ad ottenere un ottimo fertilizzante naturale e riuscire ad eliminare i moscerini, è utile iniziare coprendo il prodotto. In questo modo sarà possibile scongiurare l’arrivo di ulteriori insetti. Inoltre, per quanto riguarda la compostiera da giardino, si possono creare delle coperture adatte utilizzando semplicemente dei pezzi di cartone, rami, foglie o legni.


Foto: pixabay/Couleur

2. Fare il compost rapidamente
La soluzione più semplice per riuscire ad effettuare un ottimo compost, è quella di inserire i residui di cibo all’interno della compostiera prima che inizi il processo di decomposizione. In questo modo gli insetti non avranno tempo di deporre le uova. Inoltre è possibile inserire i rifiuti all’interno di un sacchetto e conservarli in frigorifero; in questo modo si rallenterà la decomposizione e avremo più tempo prima di buttarli via.

3. Riutilizzare le bucce della frutta
Nonostante il compost sia prodotto attraverso svariate sostanze organiche, è preferibile evitare, se possibile, di buttare al suo interno le bucce della frutta. Questo perchè la fermentazione di tutti i residui riesce ad attirare una maggiore quantità di insetti, che andranno a deporre le uova proprio all’interno del compost. Per riuscire a ridurre lo spreco dei resti della frutta, è possibile procedere con un’azione antispreco, che aiuta a riutilizzarli. Infatti, per alcuni frutti come le mele e le pere, è consigliabile la loro consumazione direttamente con la buccia, oppure per altri frutti come l’arancia è possibile creare della frutta candita. infine, un altro trucco è quello di avvolgere i resti all’interno del cartone e posizionarlo sul fondo della compostiera, coprendo il tutto con gli altri residui.


Foto: pixabay/herb007 

4. Regolare calore e umidità
Il giusto equilibrio tra umidità e temperatura, è molto importante per l’ottima riuscita del compost. Durante i periodi estivi ad esempio, è preferibile non posizionare la compostiera al sole in quanto il calore va ad accellerare la fermentazione dei rifiuti, che in questo modo attirerà gli insetti. In questi casi, è utile infatti trovare una posizione fresca e controllare più frequentemente il processo di fermentazione. Inoltre è ultile cercare di non inserire giornalmente i rifiuti e poggiare su di essi dei pezzi di carta e cartone, in modo che questi vadano ad assorbire l’umidità in eccesso.

LEGGI ANCHE: 6 trucchi naturali per respingere le mosche. Alcuni non li conoscevamo affatto