Una scimmia selvatica rapisce un cucciolo di due settimane e lo tiene per tre giorni (VIDEO)

Sta facendo il giro del mondo il video di una scimmia che ha rapito un cucciolo di cane e lo ha tenuto con sé per alcuni giorni. Il particolare episodio è accaduto in Malesia, nella città di Seri Kembangan, vicino a Kuala Lumpur.

Il piccolo cagnolino aveva appena due settimane di vita quando è stato rapito dal primate, che è fuggito via con lui sugli alberi, non appena è riuscito ad agguantarlo. Le persone che si sono accorte del fatto, hanno tentato di salvare il piccolo, lanciando contro l’animale delle piccole pietre o dei pezzetti di legno, nel tentativo di spaventarla e farle lasciare libero il cane.

credit: Youtube/RT Play en Español

Questi si sono rivelati inutili, così i tentativi sono passati ad altro e i presenti hanno provato ad attirarla con del cibo. Tuttavia non c’è stato modo di farle lasciare il cane e per ben tre giorni questa lo ha tenuto con sé, tra gli alberi della foresta vicina.

Solamente un ultimo particolare tentativo si è rivelato fruttuoso, ovvero quello di far esplodere dei petardi. Gli scoppi hanno spaventato l’animale, che ha lasciato cadere il cagnolino, che fortunatamente è atterrato su un cumulo di foglie.

credit: Youtube/RT Play en Español

Tra le persone che hanno preso parte al salvataggio dell’animale c’era Cherry Lew Yee Lee, un utente di Facebook che ha raccontato la storia sui social e che ha adottato il piccolo cagnolino, chiamandolo Saru, che in giapponese significa appunto “scimmia”.

Il piccolo è stato condotto dal veterinario e presentava solo delle lievi ferite e un po’ di gonfiore. Nei giorni trascorsi con la scimmia non ha subito alcun male e questa lo trattava più come se fosse il suo bambino.

credit: Youtube/RT Play en Español

Tuttavia non avrebbe mai potuto fornirgli i mezzi per sopravvivere e questo è stato il motivo che ha spinto tante persone a cercare di separarli. Le persone del posto hanno riferito che la scimmia protagonista della vicenda, fa parte di un gruppo di animali locali, famosi per essere sempre pronti ad intrufolarsi nelle abitazioni umane, per cercare cibo.

Ogni anno il governo malese riceve migliaia e migliaia di segnalazione, per le azioni “illegali” commesse dalle scimmie, al punto che, durante il periodo tra il 2013 e il 2016, il governo attuò un programma di abbattimento di massa, che sterminò fino a 70mila macachi ogni anno.

credit: Youtube/RT Play en Español

Fortunatamente questa storia ha avuto un lieto fine, ma gli abitanti del posto farebbero meglio a salvaguardare meglio le proprie case, o finiranno con il vivere delle esperienze che potrebbero non avere lo stesso esito.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: