Una coppietta adotta un procione, le loro immagini conquistano milioni di utenti

Molte coppie amano adottare degli animali domestici che sappiano portare all’interno della famiglia, qualche emozione in più. Tantissime persone solitamente scelgono un cane o un gatto come nuovo membro della loro casa, altre optano per pesci, volatili oppure dei particolari rettili.

Ma Derrik e Nicki Schreiner hanno invece adottato un animaletto davvero particolare e insolito, che ben poche volte abbiamo visto come animale domestico. Questa coppia dell’Ohio, negli Stati Uniti, ha infatti eletto come nuovo membro della loro famiglia un giovane procione di nome Reba.


credit: Youtube/Caters Clips

Questo animale era rimasto orfano e la coppia statunitense ha deciso di prendersi cura di lui, proprio come se si trattasse di un loro figlio. È davvero affascinante notare come questa coppia ha adattato la propria vita, alle abitudini di questo animale.

Il piccolo Reba aiuta moltissimo i suoi nuovi “genitori” svolgendo con loro azioni di giardinaggio, aiutando il “papà” a smuovere la terra dove piantare le verdure. Nicki ha girato e montato un video in cui, prima mostrano il ritrovamento di Reba, piccolo, sporco e spaventato e poi qualche tempo dopo, le manovre con il suo genitore adottivo, mentre si dedicano al giardinaggio.


credit: Youtube/Caters Clips

La vita di questo piccolino è decisamente cambiata e dai suoi atteggiamenti è facile comprendere che sia veramente felice. Nel video lo vediamo anche giocare con un tubo dell’acqua, mentre la sua mamma continua a riprenderlo come se fosse proprio il loro figlio che scopre un nuovo gioco.

Nonostante spesso i procioni non siano affatto i benvenuti nei giardini, per la loro “capacità distruttiva”, Reba è diventato il vero padroncino di quest’orto e sicuramente sarà il primo a proteggerlo.


credit: Youtube/Caters Clips

Tante visualizzazioni stanno continuando ad aumentare la popolarità di questo video, permettendo a tanti utenti del web di conoscere la storia di questo piccolo procione, che con un po’ di fortuna, è riuscito a trovare il suo posto nel mondo.