Un uomo vede un camion incagliato nell’acqua, salva una coppia e 3 cani prima che l’acqua possa spazzarli via

Di recente, a Waverly, nel Tennessee una inondazione ha reso difficile la vita alle persone che vivono in questa particolare area degli Stati Uniti. I residenti sono rimasti intrappolati nelle loro abitazioni e moltissimi disagi e crisi si sono riversate nella loro vita. Alcuni hanno persino perso tutti i loro beni terreni, completamente reclamati dalle acque.

Un uomo di nome Tyler Stanley, in compagnia della madre, si erano recati nella zona, in cui abita la figlia, per accertarsi delle sue condizioni. Durante il loro tragitto, hanno individuato un camion, quasi completamente sommerso lungo la strada, che ormai si era trasformata in un vero e proprio fiume.


credit: Facebook/WKRN Andy Cordan

All’interno del veicolo c’erano una coppia di settantenni, Bonnie e Doug Whitfield e i loro tre cani.
Stanley ha compreso immediatamente la gravità della loro situazione e nonostante le preoccupazioni per la figlia, ha compreso che non avrebbe lasciato quelle persone in balia della corrente.

Utilizzando una corda, l’uomo è riuscito a trarre in salvo sia i due anziani che i loro animali. Le scene raccontate sembrano quasi la trama di un film, ma è stato solamente per il coraggio dimostrato da Stanley che cinque vite si sono salvate. Una volta che questi sono stati tratti in salvo, l’uomo li ha caricati sul suo camion ed ha proseguito la ricerca della figlia.

La loro storia è diventata un vero esempio di nobiltà ed eroismo e i notiziari locali hanno permesso al mondo di conoscere l’incredibile vicenda, avvenuta quasi completamente per caso. I Whitfield, sono tra le persone che maggiormente sono state colpite dall’alluvione. Nella zona possedevano 12 proprietà che sono completamente state spazzate via.

Fortunatamente però, grazie all’intervento di Stanley, sono riusciti a salvare la cosa più importante… la loro vita. I due si sono dimostrati infinitamente grati per l’atto di eroismo del loro salvatore e senza questo, sicuramente, non sarebbero stati vivi per raccontarlo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: