Un filo rosso legato al polso: vi sveliamo tutto ciò che è necessario sapere sul potere di questo amuleto

Probabilmente conosci la storia del filo rosso del destino, quel filo che collega le persone che sono destinate a stare insieme. E forse, hai anche sentito che il filo rosso è un amuleto che aiuta ad eliminare l’energia negativa e ad attirare la fortuna.

Ma cosa significa realmente quel filo rosso?

Secondo la Kabbalah, il filo rosso, assorbe energia negativa, elimina i cattivi pensieri e allontana le persone che non sono positive per la vostra vita, vi aiuta circondovi di buona energia e attira per voi solo il bene, l’amore, la comprensione, il denaro , saggezza.

Quando, come e chi può usare il filo rosso?

Devi posizionarlo sul polso sinistro e deve avere 7 nodi che rappresentano i tuoi desideri.

Ad annodare il filo deve essere qualcuno che vuole solo il bene per te, meglio farlo mettere a una persona di cui ti fidi completamente.

Cosa succede quando si rompe il filo rosso?

Se il filo si rompe, è perché ha già assorbito molta energia negativa. Quando cade, lasciatelo nel punto in cui è caduto o buttatelo lontano da casa vostra e dai luoghi in cui andate di solito. Se vuoi, puoi mettere un altro filo rosso per sostituire quello che hai lasciato cadere.

Non è necessario che il filo sia rosso, puoi anche usarlo di altri colori, ognuno ha un significato.

Giallo: aiuta la creatività e la prosperità.
Blu: elimina ansia, dolore fisico, disagio.
Verde: elimina i pensieri negativi e l’invidia che puoi creare negli altri.
Viola: aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi.
Nero: attrae la calma.
Bianco: contribuisce alla saggezza e alla comprensione.

Insomma si tratta di un amuleto particolare, che serve più che altro ad allontanare la negatività. Voi lo avete mai usato? Lasciateci il vostro commento.