Trucchi per pulire il barbecue che ti saranno molto utili in queste sere d’estate.

A chi non piace passare una bella serata estiva con gli amici, davanti ad un barbecue acceso, mangiando e bevendo in bella compagnia. Il periodo estivo e soprattutto le vacanze sono il migliore momento per accendere il barbecue e per gustare una buona bistecca con salsa di accompagnamento o del pesce arrostito, è uno di quei piccoli piaceri che vale la pena darsi di tanto in tanto.

Tuttavia, pulire le griglie, così come il resto del BBQ alla fine di queste piacevoli giornate, è spesso complicato e seccante. Per renderlo più sopportabile, esistono alcuni utili trucchi. Ecco cosa vi serve dopo aver usato il barbecue:

Foto: pixabay/tookapic

1. Spazzole per rimuovere la cenere
La prima cosa che devi fare per lasciare il tuo barbecue come nuovo è rimuovere la cenere. È meglio usare una spazzola e una paletta per questo, si consiglia di indossare i guanti. Ricorda che devi attendere che i carboni si siano completamente raffreddati per evitare possibili incidenti o che il sacchetto o il contenitore in cui verserai la cenere possa bruciare. In ogni caso, non è consigliabile utilizzare l’acqua per pulire la cenere, poiché, se bagnata diventerà pastosa e simile al fango e più difficile da rimuovere.

2. Bicarbonato di sodio per pulire la griglia.
Una delle parti più scoccianti da pulire del barbecue sono le griglie. La pulizia e la disinfezione della griglia è essenziale. Se non pulita bene può conferire un sapore sgradevole e può addirittura causare avvelenamento. Occore pulire le griglie quando non sono ancora del tutto fredde, perchè renderà più facile la rimozione dello sporco.

Foto: pixabay/kaboompics

Se riesci a rimuoverle dal barbecue, strofinale tradizionalmente nel lavandino con una spugnetta abrasiva. Nel caso in cui le griglie del barbecue siano fisse e non possano essere rimosse, è necessario pulirle direttamente sul posto. In questo caso puoi preparare una miscela di acqua con un po ‘di bicarbonato di sodio e, con l’aiuto di una spazzola in fibra dura, strofinare la griglia fino a quando lo sporco scompare.

3. Aceto, è un altro ingrediente utile per la pulizia della griglia
Un’altra opzione per pulire la griglia è utilizzare l’aceto bianco, soluzione a ogni tipo di sporco in casa. Basterà inumidire un panno con l’aceto e strofinare il metallo. Inoltre, se la griglia è arrugginita, una volta pulita, si può procedere con carta vetrata e aceto bianco.

4. Cipolla, altro metodo naturale per pulire le griglie
C’è un trucco non molto conosciuto è assolutamente naturale. Implica l’utilizzo di una cipolla tagliata a metà e forata con una forchetta. Bisogna poi strofinate la cipolla dal suo interno sulla griglia calda. Le sue caratteristiche sgrassanti fanno sì che il grasso si stacchi senza difficoltà, inoltre la cipolla ha anche una funzione antibatterica.


Foto: pixabay/Shutterbug75

Insomma si tratta di piccoli trucchi fai da te, da poter utilizzare in maniera semplice ed economica, gli ingredienti utilizzati infatti sono praticamente reperibili nella dispensa di ogni casa. Non ti resta che provare.

LEGGI ANCHE: Taglia mezza patata e mettila in una forchetta, poi passala nel barbecue. Il trucco di cui non potrai fare più a meno!