Squisiti e pronti in men che non si dica! Con soli 3 ingredienti. Ecco la ricetta

Gli spaghetti appartengono alla grande tradizione culinaria italiana e sono un piatto semplice e veloce da preparare con pochi ingredienti. Nessuno può fare a meno della loro bontà, che siano ad aglio e olio, o al sugo di pomodoro o magari al pesto, diventano veramente irresistibili con ogni condimento.

Ma oggi vogliamo proporvi una ricetta non molto diffusa ma che siamo sicuri riuscirà a conquistare anche i palati più esigenti. Quello di cui avrete bisogno è: pomodoro, olive nere, capperi, aglio, origano, prezzemolo, basilico. La ricetta ideale, insomma, per avere un primo piatto veloce e da realizzare in pochi minuti, senza rinunciare al gusto.

Delineati gli ingredienti, vediamo la preparazione.
Innanzitutto, denoccioliamo le olive nere e sciacquiamole. Mettiamole quindi da parte in una ciotola, ci serviranno dopo. Dissaliamo i capperi, e come per le olive, risciacquiamole in acqua e sgoccioliamoli. Mettiamo quindi sul fuoco una bella pentola con acqua, da portare al punto di ebollizione. Nel frattempo, possiamo procedere a scaldare l’olio in padella e facciamo quindi rosolare l’aglio, immancabile per una ricetta del genere.

Aggiungiamo sale, pomodoro e lasciamo cuocere per un quarto d’ora a fuoco medio. Copriamo quindi con un coperchio e giriamo di tanto in tanto. A questo punto aggiungiamo le olive ed i capperi e procediamo con altri dieci minuti o poco più di cottura. Quando tutto andrà a bollire, mettiamo il sale e quindi versiamo gli spaghetti. Scoliamoli e saltiamoli in padella con il sughetto di olive e capperi, per circa un minuto, in modo da far amalgamare il tutto.

Ovviamente al posto degli spaghetti possiamo anche procedere con le linguine e sostituire la passata di pomodoro con i pelati. Il sugo può anche essere preparato al mattino e conservato in frigo. Una volta impiattato e gustato il piatto, se avanzano gli spaghetti, possiamo conservarli in frigo per massimo due giorni, ovviamente chiusi ermeticamente, com’è giusto che sia.
Più facile di così…