Secondo la scienza, i genitori hanno un figlio preferito

Se siete persone che hanno uno o più fratelli, sicuramente avrete avuto qualche momento nella vita, in cui vi siete chiesti quale tra di voi fosse il preferito dei vostri genitori. Quando poniamo questa domanda a mamma e papà, solitamente riceviamo come risposta la classica frase: “Vogliamo bene ad entrambi allo stesso modo”.

Tuttavia secondo la scienza questo non è del tutto esatto e sembra proprio che ogni genitore abbia un suo figlio preferito, anche se questo accade in modo del tutto incondizionato. I ricercatori dell’Università della California, negli Stati Uniti, hanno voluto analizzare questa situazione ed hanno preso in esame 384 famiglie diverse.

credit: @benrobertsphotography via Twenty20

Dopo aver effettuato tutte le analisi necessarie, hanno potuto realizzare che il 70 per cento delle madri e il 74 per cento dei padri hanno ammesso di avere una personale preferenza per uno dei due figli. Ovviamente coloro che hanno partecipato all’esperimento non hanno specificato quale figlio fosse il loro favorito, ma secondo quanto spiegato dai ricercatori, la scelta propende quasi sempre per il maggiore.

In quasi tutte le 384 famiglia analizzate, il primo figlio ha percepito che le sue realizzazioni erano più apprezzate dai genitori, rispetto a quelle che venivano riservate ai suoi fratelli più piccoli. Secondo coloro che si sono occupati di questo studio, questo fatto è dovuto al fatto che madri e padri vivono le esperienze della maternità e della paternità per la prima volta, in quell’occasione e questo fa sì che quella esperienza diventi per loro memorabile.

credit: @arlekinka via Twenty20

Anche altre università si sono occupati di studi simili, come ad esempio quello sostenuto alla Purdue University, che ha evidenziato che in una coppia di figli, formata da un maschio e da una femmina, sono sempre le ragazze ad essere preferite.

Tuttavia lo studio ha dimostrato che quando queste raggiungono l’adolescenza, la loro popolarità comincia a diminuire. Questo fatto è causato dalla scomparsa dell’infanzia e da un minore attaccamento delle ragazzine ai loro genitori.

Related Posts