Sapete a cosa serve il solco tra labbra e naso? Ecco svelato il mistero

Tra labbra e naso troviamo un piccolo solco che tutti abbiamo, in alcune persone è molto più visibile che in altre, ad ogni modo, questo solco prende il nome di prolabio e viene anche rinominato come solco sottonasale o arco di Cupido. Ma ci siamo mai chiesti a cosa serva? È una parte che in un certo senso tiene insieme la cute del viso e la mucosa della bocca e che una importante funziona estetica più che materiale.

Lo spiega il dottor Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie, che dice: “E’ una parte di transizione tra la cute del viso e la mucosa della bocca che non ha una funzione pratica, piuttosto estetica”. Infatti le labbra insieme al prolabio sono la parte che risalta al massimo nel viso di una persona. Le donne lo mettono in evidenza anche con il make up, con il rossetto in particolare, e nel momento in cui la chirurgia estetica aumenta il volume delle labbra si va proprio a dar risalto a questo solco, che viene visto come una parte molto attraente da parte di tutti.

Forse però non tutti sanno che nella tradizione ebraica l’arco di Cupido viene visto come il segno che lascia l’angelo della dimenticanza sul labbro di un bambino appena venuto al mondo: ci sono molti racconti che narrano che ogni bambino, quando è ancora nel ventre della mamma, viene come istruito da un angelo sulla Torah.

La cosa particolare è che quando però il piccolo nasce, l’angelo della dimenticanza arriva e gli mette un dito sulla bocca a invocare il lui il silenzio. A questo punto il bambino dimentica ogni cosa, e gli lascia come prova del suo gesto il solco sulle labbra.

Si tratta di una leggenda veramente incredibile, che si tramanda nel corso dei secoli nella cultura ebraica.
E voi avete mai fatto caso al suddetto solco sottonasale?