Sapete a cosa serve il buco sul tappo delle penne BIC? Ecco risolto il mistero!

Una delle penne più famose al mondo, una delle più vendute di sempre, o forse la penna per eccellenza vera e propria, quella che nel corso del tempo ha fatto la storia, è sicuramente la BIC.

Ma vi siete mai chiesti il motivo per cui sul tappo ritroviamo il buco, quel famoso foro posto sulla sommità di questo? In tanti si sono interrogati in merito al tema, e sul sito si scopre che la famosa azienda ha studiato il foro con un fine specifico, al fine di evitare il soffocamento di bambini e adulti, che dovessero per puro caso ingerire il tappo.

Il foro infatti farebbe passare aria a sufficienza che permetterebbe alla persona in questione di continuare a respirare nel migliore dei modi, in attesa che arrivano i soccorsi per procedere all’estrazione dello stesso. Motivi di sicurezza, quindi, ma non solo. Un secondo motivo per cui il foro sul tappo è molto utile è proprio quello di evitare che vi siano perdite troppo grosse d’inchiostro.

Ebbene sì, ecco rivelati i motivi di questo arcano. La penna BIC nasce nel 45, in seguito alla decisione del barone torinese Bich e di Buffard che ai tempi, hanno avviato un’impresa proprio per la produzione di matite e penne.

Di lì a poco, la penna BIC divenne la penna a sfera più famosa in Italia e non solo. Ma sapete da dove deriva il nome del prodotto? Anche in questo caso, è molto semplice ricondurlo alla figura dell’imprenditore che abbiamo appena citato: il nome BIC, infatti, deriva da Bich, il barone deciso di togliere la H per battezzare la penna stessa, per evitare una possibile pronuncia errata in lingua inglese. Famosa in tutto il mondo, la penna BIC ancora oggi anima i nostri quaderni e i nostri diari del cuore.

LEGGI ANCHE: Sapete a cosa servono i 2 buchi laterali nelle converse? Ecco la spiegazione

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: