Saccarina o stevia: quale dolcificante è più sano?

Sia la saccarina che la stevia sono due sostanze chimiche dolcificanti che non aggiungono calorie, e dunque possono essere una buona alternativa al saccarosio, per rendere bevande e cibi più dolci, senza ingrassare o causare altri danni come carie e diabete. I dolcificanti possono essere anche utili per controllare il livello di glicemia nel sangue, e sono davvero tanti i cibi, confezionati e non, che ormai contengono questi dolcificanti chimici al posto dello zucchero.

Sia saccarina che stevia possono essere consumati senza problemi poiché entrambe le sostanze rispettano tutte le normative ed in quantità normali sono consigliate a chi non dovrebbe consumare lo zucchero poiché apportano alcuni benefici rispetto al saccarosio. Nessuno dei due prodotti è pericoloso, ma, in realtà, è importante fare una precisazione: per quanto riguarda la stevia, quella sul mercato, in realtà, è una sostanza chiamata glicoside steviolico (E-960), poiché la stevia non è autorizzata al consumo in quanto può causare infertilità ed abbassamento della pressione sanguigna.


credit: pixabay/955169

Dunque questo tipo di dolcificante è, in realtà, il risultato di una lavorazione della pianta di stevia, che non può essere venduta, se non trattata. Ma qual è il miglior dolcificante? La saccarina è un dolcificante artificiale, molto utilizzato in alcuni prodotti alimentari per la perdita di peso. Attualmente non ci sono dati scientifici che affermano in modo definitivo che sia dannoso per la salute, mentre la stevia è un dolcificante naturale al 100%, e forse è proprio qui che sta la differenza tra i due prodotti. La stevia ha zero calorie ed una serie di benefici per la salute.

In sintesi, entrambi i prodotti sembrano avere dei vantaggi dal punto di vista nutrizionale, rispetto allo zucchero che invece può causare, se consumato in grosse quantità, problemi di peso, carie e diabete. È chiaro che il sapore di stevia e saccarina è diverso rispetto allo zucchero, perciò a questo punto il consumo di dolcificanti di questo genere dipende soltanto dal gusto del singolo consumatore.