Ritrova 13mila Euro e li restituisce al proprietario – “Non mi hanno offerto neanche un caffè”

La storia di oggi vede come protagonisti un imprenditore napoletano e un turista, in una situazione davvero insolita.

Pochi giorni fa Enrico Schettino, avvocato e ideatore e gestore di un’accademia che si occupa della formazione di professionisti interessati a operare nell’area della ristorazione nipponica e proprietario di ben 18 ristoranti del marchio Giappo, riceve uno strano messaggio sulla posta di Instagram.

All’altro capo della chat vi era una donna disperata che pochi giorni prima era stata presso uno dei ristoranti del signor Schettino, in particolare quello che si trova a Chiaia.

La donna quando si era recata a cena presso il ristorante dell’imprenditore napoletano aveva smarrito il suo portafogli con all’interno un’ingente somma di denaro, equivalente a tutti gli averi portati per le vacanze sia suoi che del compagno.

La donna riferisce a Schettino che si trattava di 6500 euro e 6900 dollari e prega l’uomo di cercare il portafogli all’interno del suo ristorante.

Schettino gentilmente asseconda la richiesta della turista che era già tornata in patria, come raccontato da NapoliToday.

Dopo aver cercato in lungo e in lardo all’interno del locale finalmente Schettino trova il portafogli marcato Walt Disney con raffigurata la Sirenetta, che appartiene alla donna da cui era stato precedentemente contattato.

Contatta la donna e poco dopo si presenta a Napoli, dopo aver preso un volo da Giacarta, il fratello della donna per ritirare il portafogli della sorella, lo prende e va via.

Questo atteggiamento provoca lo sdegno dell’imprenditore che dopo 4 ore passate in caserma per la restituzione e tre giorni di ricerca si aspettava almeno un caffè come ringraziamento.

Inoltre all’interno del portafogli vi erano ben 13.000 euro, molti di più rispetto a quelli dichiarati dalla donna.

Infine l’uomo esplicita una considerazione sulla generosità dei Napoletani confrontata con il comportamento appena subito. Voi cosa ne pensate?