Rimuovi il calcare dal soffione della doccia con questo trucco fatto in casa

Ecco un semplice trucco per pulire il soffione della vostra doccia da calcare e impurità.
Spesso capita che con il passare del tempo e con l’utilizzo quotidiano, il soffione della nostra doccia si può ostruire. I fori da cui di solito esce l’acqua diventano bianchi a causa del calcare, delle incrostazioni e dei residui di cloro. In questo articolo vi proponiamo un semplice tutorial, o meglio un rimedio fai da te, utilizzando solo ciò che avete a disposizione a casa.

Tutto quello di cui avete bisogno è dell’aceto bianco, un pentolino e un fornello del gas.
Per iniziare, smontate il soffione dalla vostra doccia, svitandolo dalla filettatura del tubo metallico a cui è attaccato. A questo punto riempite un pentolino di aceto bianco (non altri tipi, quello bianco è il più efficace). Posizionate il soffione all’interno del pentolino e lasciatelo riposare lì per 30 minuti circa. Noterete che molto dello sporco presente si sarà già disciolto nell’aceto.


credit: pixabay/tookapic

Mettete il soffione da parte, accendete adesso il fornello e riscaldate il pentolino. Quando l’aceto arriverà ad ebollizione spegnete il fornello e posizionate nuovamente il soffione all’interno del pentolino. Tenendolo con un panno o guanti da cucina, muovetelo, come se voleste mescolare. (Attenzione a indossare una precauzione per le mani, perchè il calore potrebbe riscaldare il soffione e potreste rischiare di ustionarvi).

Continuate per 5-10 minuti, poi sciacquatelo e rimontatelo. Aprite adesso l’acqua per eliminare tutte le incrostazioni che sono ormai disciolte, ma ancora intrappolate all’interno dei fori. Dopo solo un paio di minuti noterete che la pressione dell’acqua è tornata fluida e forte come un tempo.

Eh già, i rimedi della nonna sono sempre i più semplici e i più efficaci. Adesso che il soffione della vostra doccia è pulito non dimenticatevi della sua manutenzione. Il consiglio è di ripetere questo procedimento almeno una volta al mese, se non addirittura ogni venti giorni. Con una cura costante diminuiranno anche i tempi necessari per l’intero processo, rendendolo sempre più rapido.