Riesci a trovare il serpente testa di rame tra tutte queste foglie in 15 secondi?

Le sfide ottiche non sono una novità nel mondo dei social network.
Molto spesso infatti troviamo questi divertenti enigmi che circolano su Facebook, oppure su Twitter e su tanti altri. Questi giochi sono abbastanza divertenti e riescono a far ingannare il tempo mettendo alla prova i nostri sforzi oculari. Oggi vogliamo proporvi la nuova sfida che impazza nel web:

Riuscire a trovare il serpente testa di rame in mezzo a questo mucchio di foglie entro 15 secondi.
Questa sfida è stata condivisa originariamente da Reddit, ed è immediatamente diventata virale in tutto il mondo. Che ci crediate o meno il temibile rettile è nascosto nell’immagine, riuscite a vederlo in soli 15 secondi senza guardare la nostra soluzione?

Ovviamente non è facile, dato che la pigmentazione del serpente è perfettamente simile al colore delle foglie che giacciono sul terreno. Vi ricordiamo che il Testa di rame è un serpente tipico del Nord America ed è velenoso, sia per gli animali che per l’uomo, quindi se doveste realmente incontrarlo cercate di starne alla larga.

Sono trascorsi i 15 secondi? Avete trovato la soluzione?
Bravi se ci siete riusciti e non preoccupatevi se invece non è stato così, in questo caso interveniamo noi e poniamo fine ai vostri dilemmi. Ecco l’esatta posizione del nostro serpente.

Adesso finalmente siete riusciti a vederlo?
Il nostro serpente testa di rame, dal nome scientifico Agkistrodon contortrix, solitamente raggiunge appena il metro di lunghezza ed è chiamato così per via dei colori tipicamente ramati del suo corpo.

VI siete divertiti a svolgere la nostra sfida ottica? Noi speriamo vivamente di sì e in questo caso vi invitiamo a farla provare anche ai vostri amici e familiari e fare una bella sfida a chi impiega meno tempo a trovare il serpente. Se vi piacciono i giochi e gli enigmi visivi restate collegati con noi e sicuramente ne troverete tanti altri da fare da soli oppure in compagnia.

LEGGI ANCHE: Riesci a trovare l’unico pesce in questa foto? La sfida che pochissimi superano