Questi errori li facciamo spesso quando congeliamo il cibo! Ma dobbiamo stare attenti

Congelare gli alimenti in freezer è una delle pratiche più diffuse in tutto il mondo, e ci consente di avere alimenti a lunga conservazione, sempre a disposizione. Ma non tutti i cibi si possono congelare, dato che in alcuni casi si rischiano problemi di salute. Evitiamo quindi di inserire tutto nel freezer sovraccaricandoli, e segniamo su ogni confezione la data di congelamento. Oggi vogliamo fornirvi alcuni consigli in merito che potranno sempre essere molto utili.

Innanzitutto c’è da dire che il sovraccarico di cibi inutili del freezer è un’operazione che alla fine fa sì che non ci siano un congelamento uniforme degli alimenti. Quindi stiamo attenti. Poi, congelate carne e pesce ma dividete tutto in più porzioni, in sacchetti diversi, in modo da poter prendere la porzione che ci interessa e cucinare solo quella, senza scongelare tutto. Possiamo congelare fettine, hamburger, polpette, salmone, vongole, cozze, seppie e calamari.


credit: pixabay/Shutterbug75

Ma lo stesso possiamo fare anche con zuppe, verdure e spezzatini, se li abbiamo preparati in anticipo. Il modo ideale per organizzare i pranzi da portare in ufficio è proprio questo. Prepariamo cinque pasti il weekend, in modo che siamo coperti per una settimana intera. Ma in freezer è ottimo conservare anche baguette, pane, piadine. Lo stesso vale con i sughi pronti, sempre ben conservati in sacchetti chiusi ermeticamente. Odori, erbe aromatiche: menta, basilico, rosmarino, tutto questo può essere congelato molto facilmente.

Ma non tutto può essere congelato: evitate di farlo con la frutta e la verdura a foglia verde, come lattuga e pomodori. Anche le uova sono da non congelare, potrebbero scoppiare. Lo stesso vale per il latte e per i suoi derivati. Altra cosa importante: evitare di congelare i cibi fritti perché perderebbero i loro valori nutritivi. Salumi e affettati, altri alimenti da non congelare, potrebbero perdere la loro consistenza: preferite sempre la conservazione sottovuoto. Ovviamente gli alimenti scongelati non possono essere ricongelati, farebbero male alla nostra salute.

In linea di massima possiamo dire che i cibi in congelatore possono essere conservati per mesi. Per fare un esempio, i prodotti lievitati come pane e pasta durano fino a tre mesi. Stessa cosa vale con i cibi precotti, che devono essere conservati in plastica, alluminio e polietilene. Fino a sei mesi il pesce, il burro, e le erbe aromatiche. Per quanto concerne la verdura, questa arriva fino a 12 mesi, ma deve essere prima sbollentata in acqua salata per un paio di minuti poi passata in acqua fredda e ghiaccio. Ricordiamo sempre di conservarla a piccoli pezzi e in appositi sacchetti. Anche la marmellata può essere conservata e dura circa 1 anno. La carne invece può essere conservata fino a dieci mesi.

Ora vi parliamo di alcuni degli errori più facili da commettere. Non congelate mai cibi ancora ancora caldi, lo shock termico finirà per provocarne l’alterazione delle qualità nutritive e del sapore. Curate sempre il freezer nel modo migliore e non riempite troppo i sacchetti che riporrete poi nel freezer, dato che la plastica potrebbe spaccarsi da un momento all’altro. Cercate di creare dei sottovuoti, in modo che gli alimenti siano meno a contatto con l’aria. Come dicevamo prima, non caricate troppo il freezer, in questo modo, il congelamento non avverrà in modo omogeneo e potreste ritrovarvi un blocco di ghiaccio unico.

Ecco, ora un consiglio sulla sistemazione interna: riponete sempre gli alimenti più vecchi davanti e quelli più nuovi in fondo, in tal modo sarete portati a consumare prima quelli che sono in congelatore da più tempo. Altrimenti rischierete di dimenticare quelli che avete congelato mesi e mesi prima.

LEGGI ANCHE:
Sapete qual è il perfetto ingrediente per fare le uova strapazzate? Non tutti lo conoscono
L’errore che commettiamo quando dormiamo e che fa invecchiare la pelle del viso.
Quando metti la moka sui fornelli ad induzione ecco cosa devi sapere per fare un buon caffè