Quali sono le conseguenze per la salute se si ha muffa in casa?

Le muffe domestiche sono qualcosa che si presenta praticamente in ogni abitazione. Sono facili da riconoscere a causa dell’aspetto e dal colore verde scuro o giallastro e si formano sempre sulle superfici di muri e soffitti, tra le fughe delle piastrelle o anche dietro le cornici dei quadri. Le muffe sono degli organismi viventi e amano il buio e le zone della casa sature di umidità. A volte è facile trovarle all’interno dei mobili o degli elettrodomestici e perfino nel cestello della lavatrice.

Il problema principale delle muffe, non è tanto il senso antiestetico che danno alla nostra casa, quanto la contaminazione degli ambienti in cui viviamo.Ma cosa è la muffa?
Ebbene, la muffa è una colonia di piccoli funghi microscopici che si riproducono molto velocemente. Prolifera nelle zone umide e dove esistono ristagni d’acqua. La temperatura ideale per la sua formazione varia tra i 15°C e i 27°C. Esistono molti tipi differenti di muffe, ma tutte rilasciano nell’atmosfera le loro spore, scatenando facilmente le allergie.

In casa solitamente esistono 3 diverse tipologie di muffe:
1. Muffe allergeniche: le più comuni, causano reazioni respiratorie e attacchi d’asma nei soggetti sensibili.
2. Muffe patogene: possono aggravare i disturbi delle persone che soffrono di patologie acute o con un sistema immunitario indebolito.
3. Muffe tossigene: queste sono le più dannose ma fortunatamente le più rare. Producono delle microtossine che riescono a ledere gli organi vitali.

A volte anche se non vediamo le muffe presenti nei nostri ambienti, riescono comunque a creare delle difficoltà al nostro corpo. Le loro spore, infatti vengono percepite e provocano facilmente alcune reazioni come, naso tappato, starnuti, muco, tosse, gola infiammata e mal di testa.
Come facciamo per eliminare le muffe presenti nella nostra casa?

1. Verificate, attraverso un igrometro la percentuale di umidità presente nell’aria, accertandovi che non superi il 50%.
2. Arieggiate quotidianamente ogni stanza della casa e non lasciate che si formino vapori di condensa.
3. Applicate delle vernici anti-muffa.
4. Lavate e disinfettate pavimenti e sanitari con acqua e bicarbonato di sodio o acqua e aceto.
5. Rimuovete le piccole macchie di muffa dalle pareti bianche con la candeggina.
6. Usate dei purificatori d’aria, per eliminare le spore volanti nell’aria.