Perossido di idrogeno per le piante? Ecco 5 usi che non conosci

Sicuramente tutti in casa abbiamo una boccetta di acqua ossigenata. Questo elemento è assolutamente essenziale per aiutarci a combattere le infezioni, specialmente se ci procuriamo un taglio. Tuttavia esistono moltissimi modi per utilizzarlo al meglio e magari ne siete completamente all’oscuro. Ecco alcuni consigli per sfruttare il perossido di idrogeno, al di fuori della sua ottica medica.

1 Nelle pulizie dei vestiti
Per pulire determinati indumenti, l’acqua ossigenata è veramente un toccasana. La possiamo utilizzare per eliminare quelle fastidiose macchi di vino o di sangue, e persino quelle provocate da penne e pennarelli. Inoltre può rimuovere quei fastidiosi aloni giallastri che si formano in determinati capi a causa dei deodoranti o del sudore.

2 Per le piante
Possiamo sfruttare l’azione dell’acqua ossigenata per dare una bella ripulita alle nostre piante. Le sue funzioni, infatti eliminano parassiti, batteri e funghi, che possono decisamente infestare i vasi delle nostre “verdi compagne”. Vi basterà mescolare un cucchiaio di acqua ossigenata con una tazza d’acqua e dopo averla mescolata e versata in un dosatore spray, applicarlo sulle vostre piante.

3 Capelli
Molti non sanno che l’acqua ossigenata può essere usata anche come rimedio per i capelli, ma in questi frangenti deve essere usata con molta cura, per evitare di stressare la nostra capigliatura e danneggiarla. Una piccola dose di acqua ossigenata, infatti può essere sufficiente sia per schiarire il colore dei nostri capelli, che per rimuovere alcune macchie della cute.

4 Per disinfettare il cibo
Se volete rimuovere fastidiosi pesticidi o batteri vari presenti su verdure e frutta, vi basterà immergerle in una ciotola piena d’acqua fredda e aggiungervi dell’acqua ossigenata. Lasciate che tutto riposi per circa 15 minuti ed il gioco è fatto.

5 Come rimedio artistico
Ben poche persone sanno che l’acqua ossigenata è utilizzata per il restauro di particolari dipinti antichi. Esistono delle pratiche specifiche, che utilizzano proprio questo particolare liquido, che servono a restituire i colori originali ai dipinti che, con lo scorrere del tempo si sono anneriti o sbiaditi. Ovviamente è meglio seguire i consigli di un esperto, per provare questa particolare procedura, tuttavia è davvero incredibile, come un disinfettante così comune, riesca a riportare a nuova luce, capolavori di tantissimi anni fa.