Non buttare l’olio usato nello scarico! Ti diciamo cosa puoi farne invece di contaminare il pianeta

Molte volte, durante la nostra attività in cucina, facciamo delle azioni che, a nostra insaputa sono davvero dannose. Sicuramente tutti, nelle nostre attività giornaliere utilizziamo l’olio. Che sia per friggere un uovo o per altro, questo alimento è davvero indispensabile per moltissime ricette.

Tuttavia vi siete mai posti il problema di dove eliminare l’olio in eccesso?
Sembra che tantissime persone si limitino a buttarlo giù per lo scarico del lavello. Questa pratica è assolutamente sbagliata. Un semplice litro di olio è sufficiente per contaminare fino a mille litri di acqua.

Questo rende la vita difficile a moltissimi animali marini, aderendo alle branchie e rendendo difficile la loro respirazione. Inoltre provoca anche danni all’ecosistema, come causare un eccesso di alghe. Moltissimi luoghi sono stati devastati proprio a causa della contaminazione da olio finito nelle nostre acque reflue.

Inoltre, gettarlo nello scarico può anche creare dei problemi alle nostre tubazioni, intasandole e rovinandole. In pratica ha lo stesso effetto che il colesterolo ha per le nostre arterie. Quindi cosa possiamo fare con l’olio in eccesso?

1. Riutilizzatelo

Se avete semplicemente fritto qualcosa, aspettate che si raffreddi, filtratelo e versatelo in un contenitore pulito. Potrà servirvi anche per altre due o tre utilizzi, prima che sia necessario cambiarlo.

2. Usatelo per eliminare la vernice dalle mani
A volte quando la vernice rimane attaccata sulle vostre mani diventa complicato rimuoverla. Strofinate dell’olio sulla macchia e attendete 5 minuti. Dopodiché lavate le mani col sapone e la vernice sarà sparita.

3. Come combustibile organico

Molte aziende si occupano della raccolta dell’olio per trasformarlo in vero e proprio biocarburante. Contattatele e gratuitamente ve lo verranno a prendere. Conviene conservarlo in dei bidoni, che vi forniranno loro stessi.

4. Create del sapone

L’olio usato può essere usato per creare dei saponi da bucato. Mescolate dell’olio, della soda caustica e delle essenze o oli essenziali.

5. Lubrificante domestico
Se avete delle porte chi cigolano o degli oggetti arrugginiti usate l’olio rimasto per risolvere il problema. Vi basterà spalmarlo.

6. Creare delle candele

Se volete creare delle candele fatte in casa, prendete l’olio usato e qualche goccia di olio essenziale. Mescolate il tutto con della cera e dategli la forma che meglio preferite.

7. Lucido per legno
Se avete dei mobili di legno e intendete farli tornare al loro antico splendore, vi basterà lucidarli con l’olio usato.

8. Per proteggere pentole e padelle

Potete usare dell’olio usato come prodotto antiaderente per le vostre padelle, in modo che la loro longevità sia più lunga, specialmente durante i primi utilizzi.