Marciapiedi e pareti fratturate riparati con vivaci mosaici piastrellati: 15 Foto

Ememem è un artista francese conosciuto sul web con il soprannome di “chirurgo del pavimento”. Le attività di questo giovane di Lione si sono fatte strada sui social, conquistando una miriade di appassionati e dimostrando quanto possa essere spettacolare la creatività umana. Lo stile di Ememem è nato in modo del tutto accidentale durante il 2016. L’artista riesce a trasformare il tessuto urbano, evidenziando le “ferite” che si formano sul manto stradale e camuffandole con delle “ristrutturazioni artistiche”. Questa forma di street art si mescola all’arte contemporanea e per certi versi richiama il tradizionale kintsugi giapponese, ovvero l’arte di riparare un oggetto accrescendo il suo valore.

È impossibile passare accanto ad una delle opere realizzate da Ememem senza sentirsi trasportare in uno spazio fantastico, con dei risvolti che sembrano trasportare nell’immaginario archeologico, come scoprire degli antichi mosaici in luoghi dove normalmente non dovrebbero esistere. Le opere di questo giovane artista francese emergono dall’asfalto cittadino proprio come se fossero sempre state lì, e Ememem si fosse semplicemente limitato a tirarle fuori dai loro rispettivi nascondigli. Il modo in cui i colori di questi mosaici rompono la monotonia stradale è davvero fantastico e sono lavorate accuratamente fin nel minimo dettaglio, rispondendo in modo davvero fantastico allo spazio a disposizione.

Il talento di questo artista gli ha conferito molta fama nel suo paese, ma grazie alla diffusione delle sue opere sui social network, Ememem ha anche conquistato una moltitudine di fan nel mondo virtuale, con persone provenienti da tutto il mondo che applaudono al suo stile e ritengono che opere come le sue possano realmente cambiare l’aspetto di ogni ambiente cittadino e conferire molta più personalità anche ad un luogo che viceversa apparirebbe grigio e cupo. Tante persone che hanno scoperto le sue creazioni si sono recate di presenza ad ammirare questi esuberanti mosaici, rimanendo sbalorditi e meravigliati proprio come se si trovassero ad ammirare un’opera d’arte conservata dentro un museo.

1.

2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

9.

10.

11.

12.

13.

14.

15.

Related Posts