Mamma e figlio erano sul bus, poi lo spiacevole gesto da parte di una passeggera.


Angie Theakston, 43 anni, di East Riding of Yorkshire, e il figlio Joey erano su un autobus. Joey, 4 anni, è stato insultato da una donna anziana seduta sul bus perchè un po’ rumoroso. La donna ha poi continuato a dire: “ha la sindrome di Down? Non potrei sopportarlo”.

La madre rimase indignata dopo che suo figlio di quattro anni con la sindrome di Down fu vittima di abusi verbali mentre viaggiava sull’ autobus.

Si trovano a bordo del veicolo e a suo figlio fu detto di “stare zitto” da una donna anziana.

L’anziana donna ha poi continuato a lamentarsi con un altro passeggero seduto accanto a lei.

La madre del bambino ha affermato che la donna ha poi continuato a dire “ha la sindrome di Down? Non potrei sopportarlo “, lasciando la signora Theakston inorridita.

Joey era eccitato per il suo viaggio sull’autobus e non immaginava che la gioia del figlio potesse infastidire qualcuno.

La signora Theakston ha detto che stava portando il figlio in un Centro di apprendimento precoce, era contento di stare in autobus e non vedeva l’ora di arrivare.

Dopo il battibecco, la signora Theakston ha dichiarato di essere rimasta “a disagio”.

La madre del piccolo, Angie Theakston, 43 anni, ha scritto sui social media per condividere il suo incontro con la donna anziana per denuniciare quanto le è accaduto e sensibilizzare la gente sulle condizioni genetiche con cui convive il figlio e tanti altri come lui.

In seguito all’incidente spiacevole, la signora Theakston, che è madre anche di Holly e Beth di 21 anni di 24 anni, è andata sui social per raccontare l’accaduto con un preciso intento.

La signora Theakston spera che raccontando la sua storia le persone diventino consapevoli di ciò che le persone con la sindrome di Down subiscono ogni giorno.

L’obiettivo di questa mamma è dunque diffondere una nuova cultura della diversità e una maggior conoscenza delle persone con sindrome di Down.


Ti è piaciuto? Allora condividilo con i tuoi amici

Mamma e figlio erano sul bus, poi lo spiacevole gesto da parte di una passeggera.