L’assistente di volo trova nel bagno dell’aereo un biglietto: “Mi serve aiuto” – chiama immediatamente la polizia

In maggioranza le persone amano volare perché solitamente è associato a viaggi o vacanze. Ma si potrebbe prendere un aereo anche per andare a trovare la famiglia o gli amici.

Purtroppo non è sempre così.

Sheila Fredrick è un’assistente di volo da tantissimi anni ed è da sempre abituata a vedere avvenimenti strani in aereo.

Ma quello che è accaduto in un volo su cui stava lavorando non se lo sarebbe mai aspettato, qualcosa che le avrebbe cambiato la vita. E’ quello che è accaduto in un volo da Seattle a San Francisco.

Quando hanno raggiunto altezza crociera a notato qualcosa di strano.

Un uomo vestito bene seduto vicino ad una ragazza bionda con i vestiti trasandati.

Mentre Shelia passava di lì, la ragazza bionda l’ha guardata fissa negli occhi.

Sheila sapeva che quello sguardo aveva qualcosa di strano ed ha sentito che doveva fare qualcosa, come raccontato da Daily Mail.

Ha cercato di parlare con l’uomo che però non voleva. Sheila ha iniziato così a sospettare che stesse accadendo qualcosa.

E’ andata in bagno ed ha lasciato un foglio ed una penna per la ragazza.

Sheila le è passata di nuovo davanti e le ha fatto un segno, di andare in bagno.

La ragazza ha seguito tutte le istruzioni e quando Sheila è tornata indietro ha trovato un bigliettino.

The Independent ha raccontato che sul biglietto c’era scritto “Mi serve aiuto!”.

Sheila ha così chiamato immediatamente le autorità a terra, e la polizia è raggiunta sul luogo dell’atterraggio per aspettare l’uomo.

La ragazza che era con lui, aveva solamente 14 anni. Ed era vittima di traffico di esseri umani, era stata rapita 2 mesi prima.

Nel 2009 è nata l’organizzazione Airline Ambassadors Internaton, che insegna a chi lavora sugli aerei a riconoscere le vittime di questo traffico.

Questa storia risale al 2011 e Sheil in seguito ha iniziato a lavorare per questa organizzazione.

Qualche settimana dopo Sheila ha ricevuto una telefonata dalla ragazza che aveva salvato, e sono ancora oggi in contatto.

Secondo i dati sono 1.2 milioni i bambini che ogni anno fanno parte di questo traffico. Vengono sfruttati nelle maniere più impensabili, tutte cose che non si possono accettare.

Grazie a Sheila questa ragazzina avrà una nuova vita. Il coraggio e l’istinto di questa assistente di volo le hanno cambiato la vita.