L’artista trasforma le pietre che trova in animali che puoi tenere nel palmo di una mano. Le foto!

L’arte, su questo mondo, non ha confini. C’è un’artista di nome Akie Nakata che riesce a trasformare le pietre e le rocce in dipinti di animali piccolissimi, che hanno commosso gran parte dei suoi fan. Akie sceglie delle pietre per la loro anima e stabilisce con esse un rapporto viscerale.

Fin da piccola ha avuto come una passione per il materiale roccioso. L’artista, un giorno, nel 2011, ha trovato una pietra, in riva al mare, molto simile alla forma di un coniglio. Da quel momento tutto è cambiato e ha avuto come una folgorazione che l’ha portata ad essere quello che è ora.

Ogni volta che lavora un sasso, Akie si chiede se quello che sta facendo sia perfetto e naturale, e non è raro che dipinga e ridipinga il materiale per meglio capire il posizionamento visivo degli arti, della colonna vertebrale, della testa dell’animale. Quando giungle a conclusione dell’opera, di solito colora gli occhi, a questo punto, la pietra è come se avesse una vita propria.

In più di un’intervista l’artista ha rivelato che stabilisce un contatto enorme con la roccia. Come dicevamo prima, nasce così un rapporto viscerale che si tramuta in una comunicazione incredibile con l’animale che si sta formando. Ad oggi son tanti gli appassionati delle sue creazioni, e basta dare uno sguardo alle foto qui in basso per rendersi conto della particolarità e dei dettagli definiti delle opere in questione. Non è facile trovare cose di questo tipo, ed effettivamente i sassi dipinti dai Aike sembrano vivere di vita propria.

Se in Oriente son molto vendute, anche in Italia, la moda delle opere di Aike sta spopolando da un bel po’. Potrebbe trattarsi di un modo speciale per fare un regalo originale alla persona a cui teniamo di più. Non capita poi spesso di incappare in cose del genere.