La sorprendente storia dell’uomo che ha vissuto 18 anni in un aeroporto (FOTO)

Oggi vi raccontiamo una storia che ha dell’incredibile e che è diventata oggetto di rappresentazione visiva e letteraria tramite un film molto famoso. Forse non tutti sanno che la pellicola del 2004, diventata famosa in tutto il mondo, The terminal, diretta da Steven Spielberg e interpretata dal grandissimo attore Tom Hanks, raccontava di un fatto realmente accaduto che riguardava il caso di Mehrand Karimi Nasseri, noto anche come Sir Alfred, un rifugiato iraniano che ha vissuto per quasi 18 anni nell’aeroporto di Paris Charles de Gaulle, precisamente dall’8 agosto 1988 al luglio del 2006.

Secondo l’agenzia stampa Europa Press, prima che l’uomo finisse a vivere per tutto questo tempo nell’aeroporto di Parigi, aveva trascorso molto tempo nel Regno Unito per degli studi. Come poi sia finito a vivere in Francia, in una situazione di questo tipo, beh, non è dato saperlo.

Ma sicuramente rimane un fatto molto criptico e misterioso che ha attirato l’attenzione di tantissime persone e che ancora oggi solleva discussioni di non poco conto. Il protagonista del film di Spielberg era Viktor Navorski, un uomo costretto a vivere nell’aeroporto di New York City, John F. Kennedy.

Insomma, certe storie sembrano incredibili quando le vediamo proiettate sul grande e sul piccolo schermo, ma in molto casi, è questo ne è l’esempio, si tratti di cose ispirate a fatti reali. Non vi resta che andare ad approfondire la questione per conto vostro per farvi un’idea ancora più completa del fatto.

Alle volte si crede che certe cose siano impossibili, invece tutto è possibile in un mondo come questo. Come si suol dire, e non è un caso, delle volte la realtà supera l’immaginazione. Beh, fateci sapere se eravate a conoscenza di questa storia o se avete sempre creduto che The terminal trattasse qualcosa puramente di fantasia.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: