La proprietaria del ristorante mette a tacere il cliente che si lamenta del dipendente autistico

Amanda è una giovane imprenditrice di successo, possiede un ristorante nel Sud della Carolina ed è anche una mamma.

Come mamma di un bambino con la sindrome di Down a questa straordinaria donna sta molto a cuore l’integrazione totale della gente diversamente abile.

È per questo motivo che ha deciso di assumere fra il personale della sua attività anche ragazzi e ragazze portatori della sindrome di Down e autistici, che svolgono mansioni analoghe a quelle dei colleghi ma con il loro ritmi e secondo le loro esigenze in modo che la situazione sia di totale parità fra i dipendenti.

Tuttavia è molto spiacevole quello che è successo qualche tempo fa all’interno del ristorante di Amanda.

È accaduto che a settembre al Pizza Inn, il suo locale, un cliente abbia chiesto a uno dei camerieri autistici di riempirgli la ciotola dell’insalata.

Il ragazzo non aveva mai svolto questa mansione prima d’ora ed è andato in confusione. Il cliente a quel punto si è lamentato del cattivo servizio ricevuto, dando spettacolo.

Nel momento in cui Amanda ha spiegato all’uomo la sua politica di assunzione, questo è andato su tutte le furie dicendogli che avrebbe dovuto avvisare la clientela a riguardo affiggendo un cartello al di fuori del suo ristorante.

Amanda accetta di buon grado il consiglio datole dall’uomo e invece di arrabbiarsi ne prende spunto.

La donna infatti, come potete vedere, ha apposto una comunicazione da parte sua che avvisa la clientela, prima che entri a consumare nel suo ristorante, della sua scelta di inclusione.

Ecco cosa riportava il cartello:

“Siamo orgogliosi di dare pari opportunità lavorative e di assumere TUTTI i figli di Dio!”

Ciò che è accaduto ad Amanda ha fatto il giro del mondo, molti hanno apprezzato la grande e importante lezione di umanità che questa donna ha dato e dà ogni giorno con il suo operato.

Credit: Facebook/Amanda Skelton Cartagine