La più piccola specie di gatto al mondo: vive in India e si puo’ tenere sul palmo di una mano

I gatti sono tra gli animali più belli ed eleganti di tutto il pianeta. Sin dall’antichità l’uomo ha sempre allevato i gatti, scegliendo di tenerli accanto a sé sia per utilità che per bellezza. L’utilità è nota a tutti: essendo dei grandissimi cacciatori(infondo sono sempre parenti alla larga dei leoni), li abbiamo usati per tenere lontani i topi dai granai e dalle case, evitando così fastidiosi problemi. Ma non solo per scopo utilitaristico, ma anche e solo per “bellezza”, i gatti sono stati scelti come un vero e proprio arredo, che con la sua raffinatezza ed eleganza arricchisce qualsiasi sfondo nel quale si trovino.

Addirittura gli egizi li adoravano come dei, pensando che all’interno dei gatti vi si trovasse lo spirito delle divinità, o di persone defunte. Da lì sono molte le culture che lo hanno esaltato, e altrettante quelle che lo hanno anche denigrato e ucciso, perché si pensava portassero malocchio(come i gatti neri ad esempio).

Credit: BBC

Al giorno d’oggi i gatti la fanno da padrone. Ormai presenti in moltissime case, hanno raggiunto lo status di re, e vivono coccolati dai loro umani. Animale estremamente intelligente e versatile, il gatto ha addirittura imparato a miagolare a contatto con l’uomo, trovando i versi un giusto momento comunicativo per farsi capire e attirare l’attenzione.

Un animale davvero notevole, che vanta molte varietà nel mondo, ma di questa che vi stiamo per mostrare oggi siamo sicuri che voi non ne abbiate mai sentito parlare.

Quella di cui parliamo oggi è noto come “gatto ruggineso” Prionailurus rubiginosus a causa delle sue macchie color ruggine. Vivono sparsi nelle foreste dello Sri Lanka e dell’India. È il gatto più piccolo del mondo , anche se compete per la posizione con la specie Felis nigripes, un’altra razza molto piccola di gatti.

Passa la maggior parte del tempo a dormire in piccoli antri all’interno di tronchi cavi, e grazie al suo pelo si mimetizza in maniera esemplare nella foresta. Misura dai 35 a 48 cm di lunghezza, con una coda che va dai 15 a 30 cm e il peso è compreso tra gli 0,9 e gli 1,6 kg. Si nutre di piccoli uccelli e roditori, ed è salito alla ribalta grazie ad uno stupendo documentario prodotto dalla BBC.