La nostra personalità è influenzata dal nostro ordine di nascita: essere il fratello maggiore o minore fa la differenza.

La personalità può essere influenzata da vari fattori, tra questi rientra anche, l’ordine della tua nascita in famiglia. Sei il minore, il maggiore o quello di mezzo? Insomma ti sarai chiesto come mai tra fratelli siete tutti completamente diversi e perchè i vostri genitori vi trattano tutti in modo differente.

Lo psicologo Kevin Leman dal 1967 fa delle ricerche sugli effetti dell’ordine di nascita, ed ha pubblicato anche un libro su questo argomento dal titolo “The Birth Order Book: Why You Are The Way You Are” Il dottor Leman fa parte di un gruppo di psicologi che sostengono che l’ordine di nascita ha un ruolo importante nella personalità delle persone.

Foto: imgur/willseph

Il fatto di essere il più grande, il secondo, il pù piccolo o l’unico bambino della famiglia, secondo lo psicologo determina un impatto sostanziale sulla persona che si è, perchè l’interazione tra fratelli e l’atteggiamento dei genitori nei confronti di tutti i figli modellerebbe la personalità di ognuno.

I primi figli sono sostanzialmente il banco di prova dell’essere genitore. I primogeniti beneficiano di tutta l’attenzione da parte dei genitori, che a volte tendono ad essere anche più severi. Generalmente i primogeniti sono i perfezionisti.

Se arriva il secondo figlio, i genitori tendono a cambiare comportamento, hanno più esperienza e quindi tendono ad essere più rilassati, dunque il secondo riceve di solito meno attenzioni, anche perchè i genitori devono avere tempo ed energia per due bambini. Per questo motivo i secondi cercano sempre di soddisfare gli altri e di ottenere più attenzione.

In generale nel processo educativo i genitori passano due fasi, quella delle “prova” e quella dell'”errore”. E ciò avviene se si ha uno o più figli. Dunque, secondo il dottor Leman, come abbiamo già detto si possono identificare alcuni tratti della personalità in base all’ordine di nascita che possiamo cosi sintetizzare:

Fratello grande: come “capobranco”, è noto per essere affidabile, organizzato, attento, autoritario e determinato.
Secondo fratello : non essendo né il più grande, il secondo figlio a volte si sente frainteso dal resto della sua famiglia. Vuole compiacere gli altri a tutti i costi e spesso si posiziona come un operatore di pace. Ha molti amici, ma a volte, non sempre tende ad essere ribelle.

Fratello più giovane: è lo spirito più libero di tutti i fratelli. Quello che non complica la vita a nessuno, che ama divertirsi ed è molto estroverso, ma anche particolarmente manipolatore (ottiene sempre ciò che vuole) anche perchè sa bene come fare. Cerca sempre di essere al centro dell’attenzione.

Che dite questa descrizione fa anche al caso vostro, vi riconoscete in questa analisi?

Potrebbe interessarti anche: Le persone che piangono molto hanno una personalità particolare segnata da alcuni tratti unici. Sei tra queste?