La moka va lavata? Ecco come e perché va fatto

Il caffè, soprattutto nella cultura italiana, è più di una semplice bevanda, è una scusa per un incontro con un amico, è la pausa perfetta, è la giusta energia per iniziare la giornata. C’è, quindi, dietro la realizzazione del caffè una storia che parla delle nostre tradizioni, ed in Italia, generalmente, lo prepariamo in casa con la cosiddetta moka.

C’è, però, un dibattito che dura anni secondo cui ci sono due scuole di pensiero: quella secondo cui la moka del caffè non va assolutamente lavata col detersivo per evitare si alteri il sapore del caffè, e quella secondo cui, invece, lavarla è importantissimo per evitare la formazione di calcare.


credit: pixabay/Olive-tree

Chi avrà ragione?
Ecco la risposta: lavare ed igienizzare la moka è importantissimo, innanzitutto per lavare via i residui di calcare che si depositano nella macchinetta, ma soprattutto per evitare la proliferazione di batteri. Per non alterare il gusto del caffè, bisogna semplicemente seguire alcuni accorgimenti ed utilizzare i prodotti giusti.

Innanzitutto è importante capire di quale materiale è fatto la macchinetta. Se la moka che utilizziamo è in alluminio, basterà smontarla e metterla in ammollo per un’ora in acqua calda ed aceto e poi risciacquarla. Se, invece, la macchinetta del caffè è di acciaio, bisognerà smontarla, metterla in ammollo in acqua calda cui si va ad aggiungere l’acido citrico. In ogni caso, è sempre bene scegliere prodotti naturali, come il bicarbonato ad esempio.

Basterà riempire di bicarbonato la macchinetta, proprio come se volessimo preparare il caffè, e lasciare agire. Per lavare bene la parte esterna, invece, basteranno bicarbonato, aceto ed acqua calda, mescolare tutto in un recipiente, munirsi di una spugna ed immergerla nella miscela per poi passarla sulla moka. In questo modo la vostra macchinetta del caffè sarà come nuova, ed il sapore del caffè sarà autentico e per nulla alterato, come potrebbe essere, invece, dopo l’utilizzo di detergenti aggressivi e chimici.

LEGGI ANCHE: Come lavare i cuscini del letto: alcuni trucchi efficaci e semplici per la casa