La mamma con più di 400 tatuaggi e piercing rifiuta gli stereotipi di bellezza: “Non sono meno donna”

Certe persone sono costrette a fare i conti con gli stereotipi della società moderna e a seconda delle proprie scelte, non è facile riuscire a vivere una vita cosiddetta “normale”. Sara Anthony Martin è una donna di 35 anni, moglie e madre, nonché un membro produttivo della società.

Purtroppo, questa donna ha fatto una scelta che ha messo in discussione la sua vita per lungo tempo. Sarah ama i tatuaggi e i piercing e basta osservare una sua fotografia per rendersene conto. Sono circa 400 i tatuaggi e i piercing che avvolgono il corpo di questa giovane donna e che rendono il suo aspetto davvero unico.

Sfortunatamente, è proprio per questo che la sua vita è ricca di difficoltà. Sono moltissime le persone che discriminano questa donna per l’aspetto che mostra di se stessa al mondo. Ci sono persone che non riescono ad accettare le scelte estetiche diverse dal normale e che non esitano a dimostrarlo con insulti e critiche.

Sarah ha dovuto vivere una vita all’insegna di questo fatto, con persone sempre pronte a mettere in discussione i suoi valori e la sua moralità solo per il suo aspetto. Tuttavia, questa donna rifiuta di inserirsi in questo canone e preferisce incoraggiare chiunque a seguire i propri sogni, anche se questi possono risultare estremamente anti conformisti.

Sarah vive ad Aalborg, in Danimarca, ed è dall’età di 13 anni che ha cominciato a modificare il suo corpo. Nel corso della sua vita ha subito moltissimi interventi nel settore tatuatorio ed ha realizzato anche degli impianti sottocutanei e altri tipi di modifiche.

Nonostante sia già arrivata ad un livello che in tanti considererebbero estremo, questa mamma non ha intenzione di fermarsi, ed ha dalla sua parte i suoi figli e il resto della sua famiglia. I suoi bambini sono talmente abituati al suo aspetto che non riuscirebbero ad immaginare una mamma diversa.

Per Sarah il suo corpo è come un libro illustrato e non esita ad utilizzarlo per esprimere tutte le sue emozioni, in modo che rimangano per sempre sulla sua pelle.

Sicuramente c’è ancora molta strada da fare perché tutte le persone del mondo riescano ad accettare decisioni come quella presa da Sarah, ma è certo che se tutti decidessimo semplicemente di accettare il volere delle altre persone, il mondo sarebbe un posto di gran lunga più piacevole in cui vivere.

Related Posts