La lavatrice rilascia un odore di muffa? Ecco come pulirla al meglio, eliminando questo sgradevole tanfo.

La lavatrice è uno degli elettrodomestici più utili che abbiamo in casa. Grazie a lei, riusciamo a risparmiare molto tempo, riuscendo così a dedicarci alle altre faccende di casa. Nonostante la lavatrice abbia il compito di pulire i nostri capi di abbigliamento, se non viene fatta ad essa una manutenzione adeguata potrebbe, non solo non detergere i nostri indumenti nella maniera migliore, ma potrebbe formarsi anche la muffa al suo interno rilasciando uno sgradevole odore.

Fortunatamente l’oblo della lavatrice risulta essere abbastanza facile da pulire e quindi basterà seguire alcune semplici istruzioni e in questo modo il nostro speciale elettrodomestico tornerà a funzionare come un tempo. Il primo consiglio è quello di procedere alla pulizia della nostra lavatrice almeno una volta al mese in quanto, ogni volta che la utilizziamo, al suo interno si vanno ad annidare residui di sporco e detersivo. Inoltre, prestando attenzione ad alcuni piccoli particolari, saremo in grado di evitare l’accumulo di sporcizia e la creazione della muffa.


credit: pixabay/Antonio_Cansinopixabay/mohamed_hassan

• Una volta che il programma di lavaggio è terminato, evitiamo di lasciare i nostri capi d’abbigliamento troppo a lungo all’interno della lavatrice, in modo tale da evitare la formazione e il fastidioso odore di muffa sui vestiti e all’interno dell’oblò.

• È consigliabile rimuovere, ad ogni fine lavaggio, eventuali residui di lanugine, capelli o peli. Se si ha in casa un animale domestico, c’è la possibilità che al suo interno possiamo trovare i loro peli e che si vadano ad annidare nel cestello, andando ad intasarlo. In questo caso, nel momento in cui la lavatrice è asciutta, un’ottima soluzione per rimuoverli facilmente è quella di rimuoverli con l’aiuto dell’aspirapolvere.

• La pulizia dell’elettrodomestico è davvero semplice e ormai, la gran parte delle moderne lavatrici hanno un programma adatto. Nel caso questo non fosse presente, occorrerà semplicemente inserire all’interno dell’oblò ½ tazza di candeggina, facendo partire un programma di lavaggio a temperatura con acqua calda.

• Per prevenire la muffa e il suo sgradevole odore, oltre alla pulizia mensile, è opportuno lasciare sempre lo sportello dell’oblò aperto, in modo tale da far circolare l’aria ed evitando così la formazione di umidità al suo interno, che è la causa principale della creazione di muffa.

LEGGI ANCHE: Se hai sempre cucinato i broccoli così, stavi sbagliando! Questo è il motivo