Kopi luwak, il caffè più costoso al mondo. Sapete perché? Ecco come viene fatto!

Il caffè è tra le bevande più conosciute e apprezzate al mondo.
La sua preparazione varia spesso tra i diversi paesi e ha una storia davvero millenaria.
Esistono una moltitudine di varietà di caffè, ognuna delle quali aggiunge un particolare aroma o fragranza alla fantastica miscela, ma vi siete mai chiesti quale sia la più costosa e rara del mondo?

Ebbene la risposta è il Kopi Luwak.
Questa varietà di caffè fino a qualche anno fa veniva venduta davvero a peso d’oro, con un prezzo che variava tra i 500 e i 900 euro al chilo, quindi per una semplice tazzina di caffè, avreste dovuto pagare almeno 10 euro.
Il suo prezzo è regolato in base alle leggi di mercato, al periodo e alla qualità del raccolto.
Il Kipi Luwak viene prodotto per il mercato americano e nipponico, ma anche se con una maggiore lentezza, ultimamente sta trovando il suo spazio in tutto il mondo.

Credit: Flickr/One More Bite Blog

Il suo prezzo elevatissimo dipende dal processo di fermentazione, che è totalmente dipendente da una cosa in particolare, il Luwak, un animale che vive in Indonesia.
Sembra strano a dirlo, ma il caffè più costoso al mondo è il risultato della digestione dei chicchi di caffè da parte di questo animale, soprannominato civetta delle palme.

Durante la digestione, gli enzimi presenti nel suo stomaco eliminano la parte esterna del frutto del caffè, eliminando le proteine che lo rendono amaro. Durante l’assimilazione, il Luwak non riesce a digerire i chicchi che vengono espulsi durante la defecazione, ma privati dell’amara parte esterna.
I chicchi di caffè defecati vengono raccolti e inviati nei siti di stoccaggio, dove vengono privati degli scarti e lavati con molta cura.

Pubblicato da Kelantanese su Venerdì 23 ottobre 2020

Come seconda fase del processo avviene la tostatura e i chicchi di caffè diventano pronti al consumo.
Ultimamente è stata creata anche una versione in laboratorio del famoso caffè, sfruttando alcuni batteri presenti nelle feci del Luwak, che hanno permesso di creare una versione più economica del famoso caffè, eliminando la parte fastidiosa che obbliga allo sfruttamento degli animali, che sono spesso tenuti in gabbia ed alimentati con forza a caffè.

Coloro che hanno potuto assaggiare questo caffè lo hanno descritto come totalmente diverso da qualunque altro, e dotato di un retrogusto di cioccolato molto delicato che lo rende davvero speciale.