Indovinello: cosa possiamo fare per rendere corretta la seguente equazione?

Tra i quiz che possiamo notare via social ce ne sono alcuni che mettono seriamente a dura prova il nostro modo di riflettere, pensare e ragionare e non sono mai semplici come ci immaginiamo che siano inizialmente. Oggi te ne proponiamo uno che ha proprio la capacità di mettere alla prova il vostro ingegno e la vostra mente, oltre che la vostra acutezza visiva.

Possiamo usare carta e matita per prendere qualche appunto che potrebbe anche non essere subito necessario. Anche una calcolatrice potrebbe essere ottima, dato che ci consentirà di eseguire in diretta i controlli delle operazioni.
Allora, cosa possiamo fare per dimostrare che la seguente operazione è corretta?

Se la prima cosa che pensi è che ci sia un errore, allora sappi che non è così. Ci sono quello che sono tentati dal sostituire il segno + con un x, per indicare una moltiplicazione. In questo caso però, se moltiplichiamo 8×8, non facciamo altro che ottenere il 64, che non corrisponde alla soluzione indicata. L’enigma può essere risolto in poche semplici mosse.
Lo hai già capito?
Guarda bene l’immagine successiva.

Et voilà, per raggiungere il risultato corretto non bisognava far altro che roteare di 180 gradi il monitor del telefono. In questo modo il risultato diventa tutt’altro che 91, ma 16. A volte la soluzione è molto più banale di quello che si crede, basta solo far volare un po’ la fantasia per renderci conto dell’affidabilità delle operazioni proposte.

Facci sapere nei commenti quanto hai trovato complicato un quiz del genere e se eri riuscito a raggiungere la soluzione da solo o se invece hai dovuto ricorrere alla nostra soluzione alla fine del pezzo. Condividi il quiz con i tuoi amici e metti alla prova anche loro, chissà come reagiranno di fronte a un simile test.

LEGGI ANCHE:
L’enigma visivo che fa impazzire il web: quanti delfini vedi? Se non guardi bene, sbagli di certo!
Test Visivo: Riesci a trovare il serpente nella giungla?
È l’enigma di Facebook più difficile: Riesci a trovare la soluzione?