In 20 giorni, una donna costruisce case con bottiglie per animali domestici e famiglie bisognose

Ingrid Vaca Diez, è un’avvocatessa boliviana che ha una grandissima propensione per la solidarietà. Questa donna ha deciso di mettere in pratica un fantastico progetto, riuscendo a creare, con materiali di scarto, come bottiglie di vetro, plastica, rifiuti vari e cemento delle case per la gente che ne ha bisogno.

Molti di noi ci lamentiamo a volte, che la nostra casa è troppo piccola e che si trova in una zona non particolarmente privilegiata, dimenticando che alcune persone una casa non ce l’hanno affatto. Proprio per questo Ingrid, ha intrapreso questa sua iniziativa, fondando il progetto “Bottle Houses”.


credit: Youtube/Ingrid Vaca Diez

La prima casa costruita è stata nel 2000, ed era un edificio di 170 metri quadrati, costruito con circa 36 mila bottiglie. Attualmente la donna ha come obiettivo quello di riuscire a costruire una casa in appena 20 giorni, facendosi aiutare dai suoi futuri residenti.

Da quando ha iniziato la sua attività, questa avvocatessa è riuscita a creare oltre 300 case, trasformando in meglio la vita di moltissime persone in vari paesi, come l’Argentina, il Messico, la Bolivia e tanti altri.

La donna è sempre alla ricerca di luoghi che la aiutino con la sua azione di riciclaggio e invita tutto il mondo a condividere questa azione, perché può davvero cambiare la vita di moltissime persone. Tanti di noi, non ci rendiamo conto che, l’avere una casa è un diritto negato a troppe persone e che basta sforzarsi un poco per riuscire a cambiare la vita di qualcuno.

In oltre vent’anni, questa donna ha contribuito non solo a dare una dimora a tante persone, ma a permettere loro di riottenere la dignità persa e riguadagnare la speranza. Il suo senso di empatia e di amore verso il prossimo è davvero qualcosa di fantastico e tutti dovremmo fare tesoro del suo esempio.

Related Posts