Il villaggio offre alloggi di transizione per i senzatetto per rimettere in sesto le loro vite

Tornare la sera a casa, dopo aver terminato una lunga giornata faticosa non è qualcosa che possiamo permetterci tutti purtroppo. Nel mondo moltissime persone vivono il disagio di non avere una propria dimora dove vivere e a causa della crisi economica che ha colpito il mondo, ogni giorno cresce moltissimo il numero dei senzatetto.

Negli Stati Uniti, qualche anno fa è stato condotto uno studio che affermava che oltre mezzo milione di persone, nel loro territorio, non hanno una propria casa. Questo significa che circa 17 persone ogni 10 mila sono dei senzatetto. Questo studio è stato effettuato nel 2017 e sembra che oggi questi dati siano molto peggiori rispetto a quelli precedenti.


credit: Youtube/KRQE

Fortunatamente molte organizzazioni private lottano ogni giorno per tentare di combattere situazioni simili. Una pioniera in questo settore è sicuramente Debbie O’Malley. Questa donna sta cercando di fare il possibile per aiutare le persone senza fissa dimora e la sua soluzione è diventata qualcosa di molto popolare.

La sua organizzazione infatti si occupa di realizzare delle piccolissime case, che possano permettere alle persone bisognose di avere un luogo per vivere. Queste sono realizzate con materiali sostenibili e dato che gli spazi sono veramente minuscoli non richiedono grandi spese di energia.


credit: Youtube/KRQE

Ogni singola casa costa solamente 30 dollari al mese di affitto e consente anche a chi ha grandissime difficoltà economiche di avere un proprio rifugio, dal quale tentare di ripartire. Ovviamente, avendo un posto dove poter riposare, lavarsi e stare al sicuro, queste persone hanno maggiori chance di trovare un lavoro e provare a cambiare la propria vita.

Sicuramente se ci fossero più persone come questa donna, il mondo sarebbe un posto migliore. A volte per aiutare non basta dare soldi o risolvere un bisogno temporaneo, quanto cercare di fare del proprio meglio per aiutare letteralmente a salvare quante più vite possibile. Questa donna e il suo team ci stanno riuscendo alla grande e speriamo che altre persone seguano il loro esempio.