Il ragazzino porta i soldi a scuola in modo da poter dare agli insegnanti un “aumento di stipendio”

Sebbene l’insegnamento sia uno dei mestieri più complessi che si possano esercitare, offre dei vantaggi e dei risvolti a volte meravigliosi, ma uno stipendio generoso non è sicuramente tra questi. Educare le nuove generazioni può essere contemporaneamente un onore e una frustrazione, a seconda delle situazioni e degli alunni con cui si ha a che fare.

Alcuni insegnanti, tuttavia, in certi casi sono la sola presenza stabile nella vita di determinati bambini, come ha dimostrato Parker Williams. Questo bimbo di nove anni adora la sua insegnante della terza elementare, la signora Chambers, e lo ha dimostrato in modo davvero fantastico.

credit: Youtube/WFLA News Channel 8

Il piccolo Parker frequenta la scuola elementare Gorrie a Tampa, in Florida. Il giorno del suo compleanno, questo ragazzino ha ricevuto del denaro come regalo e a differenza di tanti suoi coetanei ha deciso di utilizzarlo per qualcosa di diverso da un giocattolo.

Parker ha pensato di sfruttare questi suoi risparmi per dimostrare alla sua insegnante il suo apprezzamento ed offrirglieli in dono, quasi come se si trattasse di una gratifica. La signora Chambers è rimasta scioccata dal gesto di questo suo studente. Il piccolo Parker, infatti, ha allegato i suoi 15 dollari ad un bigliettino con scritto quanto segue:
“Cara signora Chambers, non credo che gli insegnanti vengano pagati abbastanza per quello che fanno, quindi accetterai questo regalo?”

Anche la famiglia di Parker è rimasta toccata dal gesto generoso e dolce del figlio e sia loro che la signora Parker hanno voluto condividere la vicenda sui social network, per far comprendere al mondo intero quanto possa essere nobile l’animo di un bambino.

La signora Parker ha ringraziato il suo studente per il gesto dimostrato nei suoi confronti, ma ha rifiutato i soldi del piccolo, anche se ha manifestato di aver apprezzato questo fantastico atto, ritenendolo uno dei momenti più importanti della sua vita come insegnante.

Related Posts