Il giovane artista cieco e autistico impressiona tutti con la sua performance. Lasciando la giuria in lacrime!

Ci sono storie veramente incredibili, come quella di Kodi Lee, che al tempo della sua esibizione ad America’s got talent, aveva solo 22 anni. È arrivato sul palco insieme alla madre Tina che ha spiegato a tutti che il figlio era cieco e autistico ma aveva un orecchio incredibile per la musica.

La donna ha raccontato di come il figlio avesse scoperto la musica molto precocemente, e si rese subito conto che il figlio era un vero artista. Poi ha aggiunto che la forza dimostrata dal figlio in questo senso è stata incredibile, dato che non è facile fare quello che ha fatto lui, eppure la musica gli ha salvato la vita, in tutto e per tutto.

Kodi ha quindi eseguito una perfetta rivisitazione di A song for you di Donny Hathaway e il pubblico si è espresso in una fragorosa standing ovation che ha scatenato anche le lacrime di molti, commossi di fronte al suo grande talento e alla sua bellissima esibizione.

I giudici si sono alzati per congratularsi con lui e la Mandel ha dichiarato che la sua storia è fonte d’ispirazione per tutti. Hough, ancora in lacrime, ha detto che la passione nella performance di Kodi era tangibile, la sua voce era stata in grado di arrivare a tutti, ed è stato bellissimo.

Cowell ha addirittura detto che avrebbe ricordato quel momento incredibile per tutta la sua vita. La Union invece ha spinto il ragazzo perché proseguisse anche nel prossimo round.

Una storia bellissima che non passerà mai di moda e che dimostra come con la forza della determinazione si possano raggiungere obiettivi importanti. Che la storia di Kodi Lee sia d’ispirazione seriamente per tutti noi: a volte, le passioni che abbiamo dentro ci permettono di esprimerci in maniera meravigliosa.

LEGGI ANCHE: “Freddie Mercury vive” Un bambino di 10 anni trionfa in tv con la performance dei Queen e fa piangere la giuria