Il cane non smette di abbaiare finché qualcuno non lo sente e aiuta a salvare il bambino abbandonato nell’erba

Chi da piccolo ha visto il film d’animazione “Balto” sa bene che i cani possono essere dei veri e propri eroi. La storia che vogliamo raccontarvi oggi non riguarda un’impresa maestosa come trasportare un vaccino per un intero villaggio, ma merita comunque di essere raccontata. E’ avvenuta nelle Filippine, dove un cane ha letteralmente salvato la vita ad un bambino appena nato.

Junrell Fuentes Revilla, un uomo di 36 anni, sta attraversando le vallate di Sibonga, Cebu, in sella alla sua bicicletta. Mentre si gode la vista del panorama e la bellezza della natura che circonda quei luoghi, un cane inizia a seguirlo, abbaiando insistentemente. Non ha intenzioni aggressive, sembra solamente un randagio disperatamente in cerca d’aiuto.

Così Junrell Revilla ferma la sua bici, per sincerarsi delle condizioni del cane. Tuttavia, quest’ultimo lo invita a seguirlo, conducendo l’uomo presso una discarica vicina. In un primo momento, Junrell sembra non notare niente di strano, e pensa che il quadrupede voglia solamente giocare. Ad un tratto però il cane si ferma e inaspettatamente davanti a lui, steso a terra, si trova un bambino appena nato.

Il piccolo sembra avere appena un giorno o forse due, e parte del cordone ombellicale ancora attaccato al suo pancino. L’uomo raccoglie subito il bimbo e lo porta di corsa presso la stazione di polizia più vicina. Qui gli agenti si mettono in cerca di informazioni riguardo ai genitori del piccolo, chiedendo anche alla gente del posto.


credit: Instagram/pawssionproject

Ad oggi non c’è stato alcun riscontro ed il piccolo, dopo le dovute assistenze mediche, è stato consegnato alle cure del dipartimento dell’assistenza sociale. Se pensate che questa storia sia già tanto assurda e incredibile, sappiate che non è ancora finita qui. Infatti, mentre i volontari dell’associazione per randagi “Hope for Strays” stavano per prelevare il cane, hanno scoperto che non si trattava affatto di un randagio.

Il suo nome è Blacky, e ha una famiglia, dalla quale probabilmente si era allontanato, avvertendo il pericolo che correva il bimbo. Blacky è tornato a casa, dove i suoi proprietari lo hanno accolto a braccia aperte. Ybarita, la sua proprietaria, ha voluto sottolineare quanto fosse felice di avere un cane eroe. Non vivono in condizioni di ricchezza, ma il cibo e l’affetto in casa sua non mancano mai.

E come è vero che il bene porta con se altro bene, dopo questa dichiarazione la gente del posto ha offerto loro un grande aiuto. Tutti sono entusiasti delle gesta di Blacky, divenuto ormai per loro una celebrità e un simbolo di ispirazione. Per questo motivo la comunità ha deciso di dare supporto alla famiglia dell’eroe locale.

Cosa ne pensate di questa storia? Noi della redazione siamo felici che tutto si sia risolto per il meglio e ci teniamo a ringraziare Blacky. Per fortuna questo cane coraggioso ha posto rimedio al gesto crudele dei genitori del bimbo. E’ proprio vero che non tutti gli eroi indossano il mantello.