Il bimbo autistico voleva l’insegna del negozio di giocattoli e il venditore gliela diede

I bei gesti non passano mai inosservati, e la storia che stiamo per raccontarvi ne è la prova. In Brasile, nella cittadina di Guarulhos, a soli 15 km da San Paolo, un negozio di giocattoli ha donato il sorriso ad un bambino autistico. Il nome del bimbo è Dennis Marinho, e la sua forma di autismo lo porta ad essere molto selettivo. Dennis mostra inoltre un particolare interesse per le lettere e per le scritte.

Da giorni il piccolo chiedeva insistentemente alla sua famiglia di portarlo ad un negozio di giocattoli, per acquistarne uno nuovo. Così i suoi genitori, insieme alla sorella Ingrid, lo hanno portato allo store Rihappy, uno dei più forniti della città. Ma una volta entrato nel negozio, ad attrarre l’interesse del bimbo non è stato un giocattolo, bensì la scritta “Disney Junior” in cima ad uno stand.

Con grande sorpresa della famiglia, ma per l’immensa gioia del bimbo, l’impiegato che li stava assistendo ha acconsentito ad esaudire la sua richiesta. Il ragazzo di nome Josè si è avvicinato al suo manager e gli ha chiesto gentilmente di assecondare il desiderio del bimbo. Con l’approvazione del suo superiore, ha rimosso il cartello con la scritta “Disney Junior”, e l’ha consegnato gratuitamente al piccolo Dennis.

La felicità del bimbo era indescrivibile, come raccontano anche gli scatti realizzati dalla sorella Ingrid. La ragazza ha condiviso un post speciale su Instagram per ringraziare il negozio del loro nobile gesto: “Congratulazioni @rihappy per aver assunto persone così generose, ed in particolare ci tengo a ringraziare il manager e Josè (che appare in foto), che lavorano da Rihappy. Non avete idea di quanto abbiano reso felice Dennis!”.


credit: Instagram/ingridpmarinho

A detta di Ingrid, era già capitato al bimbo di assistere ad un gesto di gentilezza e generosità. Appena un anno prima, mentre la famiglia si trovava in pizzeria, Dennis ha ricevuto una pizza speciale creata appositamente per lui. Il piccolo, infatti, è molto selettivo nella scelta degli alimenti, e il ristorante ha assecondato le sue richieste, donandogliela in omaggio.