Il bambino corre ad abbracciarla quando vede che anche alla donna manca la mano


Di una cosa possiamo essere certi, è che ogni persona al mondo è unica. Un esempio è il progetto Lucky Fin che ha contribuito a sensibilizzare il pubblico su persone che sono nate con problemi agli arti come anche la mancanza di una gamba o di un braccio.

Il progetto Lucky Fin si trova nella città di Royal Oak, nel Michigan, negli Stati Uniti.

Collen Tid è una mamma amorevole di tre bambini. Durante la sua terza gravidanza, seppe che suo figlio Joseph sarebbe nato con un problema in uno dei suoi arti. Il bimbo è nato con un braccio che non si è sviluppato bene, ma ciò non gli ha impedito di essere un bambino felice e in buona salute.

Collen era consapevole di avere un bambino con questa condizione, ma era una sfida per lei e avrebbe avuto bisogno di tutto il supporto della famiglia per insegnargli che non c’era nulla di sbagliato nell’essere un po ‘diverso non avendo una parte del suo braccio sinistro.

“Non è una tragedia quando un bambino nasce senza un arto. È di fondamentale importanza che questi bambini siano consapevoli di poter fare di tutto. Se li trattiamo come persone limitate, è esattamente quello che non deve accadere perché sarebbe una tragedia. ” ha detto questa mamma.

Collen dopo un paio di mesi che parlava con persone che facevano parte di questa rete, si rese conto che la maggior parte delle famiglie coinvolte erano diventate tra di loro grandi amiche virtuali, in realtà non si conoscevano personalmente. Così, Collen pensò ad un incontro che organizzò vicino a casa sua a Orlando.

“Non solo per Joseph, ma anche per noi, è stato molto confortante vederci tutti di persona.”
Joseph purtroppo quel giorno non era di buon umore, ma la giornata è cambiata quando ha incontrato Amy Alamilla, una donna che non aveva lo stesso arto come lui.

Quando entrambi si incontrarono si salutarono con un gesto tenero, Joseph si stupì nel vedere che Amy aveva un braccio come il suo.
Il nome della donna è Amy Alamilla, ha 34 anni ed è nata senza il braccio destro.

Joseph si è commosso quando si è reso consapevole che ci sono altre persone come lui, quindi la sua immediata reazione è stata quella di lasciare le braccia di sua madre per dare ad Amy un abbraccio forte ed affettuoso.

“Quando venne ad abbracciarmi, sentivo che il mio cuore esplodeva. Non avrei mai immaginato di ricevere un abbraccio in quel modo. ”

Ma il grande abbraccio è arrivato anche nei nostri cuori, l’empatia di un bambino è infinita, abbiamo tanto da imparare


Ti è piaciuto? Allora condividilo con i tuoi amici

Il bambino corre ad abbracciarla quando vede che anche alla donna manca la mano