I tuoi occhiali si appannano con la mascherina? Ecco la soluzione che i chirurghi usano da anni

Le persone che portano la maschera e gli occhiali hanno sudato sette camicie negli ultimi mesi. Per molti, infatti, la maschera sul volto è qualcosa di nuovo. Succede che indossandola, e respirando al contempo, gli occhiali si appannino. Ma ci sono diversi trucchi per risolvere il problema.

Nel 2011, due chirurghi britannici hanno scritto un articolo a riguardo. È necessario usare solo acqua e sapone, pensate un po’.
Malik e Shahbaz hanno spiegato che prima di usare la maschera è fondamentale lavare gli occhiali con acqua e sapone e rimuovere ogni tipo di sporco. Gli occhiali devono quindi essere asciugati con un panno morbido o all’aperto. Quando li rimetteremo non si appanneranno più.

Le lenti si appannano perché il vapore acqueo che viene dal respiro si condensa sulla parte più fredda. Se vengono lavati con acqua e sapone, la lente sarà coperta da un sottile strato di tensioattivi, sostanze che riducono la tensione superficiale dell’acqua e queste impediscono al vapore di condensarsi, formando grandi gocce su di essa. I tensioattivi inoltre, aiutano le molecole di acqua a disperdersi in modo uniforme e formare uno strato trasparente. Piccola curiosità: uno dei saponi migliori in questo senso è quello che usiamo per lavare piatti e bicchieri in cucina.

Altra soluzione molto utile è lo spray antiappannamento o la saliva, che dovrà essere sfregata sulle lenti. Queste soluzioni comportano piccole spese extra e non è ancora molto chiaro se siano efficaci o meno.
C’è anche chi dice il attaccare il naso al cosiddetto ponte nasale con un nastro. Esso fungerà da barriera fra la parte superiore della maschera e gli occhiali.

Se non usi le maschere che poggiano sulle orecchie ma quelle che si tengono legate alla parte posteriore della testa, possiamo usare anche una tecnica alternativa che viene raccomandata dai medici Jordan e Pritchand-Jones: usare la maschera a lacci incrociati, i due fili superiori formeranno un anello sotto l’orecchio e i due fili inferiori verranno invece fissati all’orecchio.

Questa tecnica consente alla maschera di essere più attaccata al naso, lungo la parte superiore del volto. In tal modo, la ventilazione nella parte superiore della maschera si arresta e si formano due prese d’aria laterali, tramite le quali l’aria fuoriesce senza problemi.

Come vedete si tratta di rimedi molto semplici ma efficaci e che soprattutto ci permettono di risolvere uno dei problemi più banali ma allo stesso tempo più diffusi nel nostro periodo storico. Le mascherine ormai sono usate costantemente da tutti, è bene impararle a conoscere a fondo.

LEGGI ANCHE: Scopri come realizzare un detergente multiuso fai da te che lascerà la tua casa come nuova