I piccoli pesci rossi possono diventare enormi se vengono scaricati in mari, fiumi e laghi

Avete mai avuto dei pesciolini rossi e purtroppo quando non potevate più occuparvi di loro avete deciso di abbandonarli in un lago?
Questa pratica è davvero sbagliata e non dovrebbe essere eseguita per tanti motivi. Innanzitutto i pesci rossi possono davvero crescere a dismisura e quindi inserirli in un particolare ecosistema può totalmente sconvolgerlo.

In secondo luogo è già di per sé sbagliato prendere un animale per abbandonarlo in seguito. Tuttavia a Burnsville, una città nello stato del Minnesota, hanno vissuto una situazione davvero tremenda, proprio a causa dei pesci rossi. Molte persone del luogo hanno lasciato nel lago della città i propri pesci rossi. Questi, proprio come dicevano sopra, sono cresciuti enormemente ed hanno sconvolto l’ecosistema del lago.


credit: pixabay/Hans

Solitamente quando li teniamo in acquario, questi pesci si adattano allo spazio che hanno a disposizione per crescere. Pertanto, avendo un lago intero, non hanno completamente un freno. Il lago cittadino è stato devastato e sono scomparse quasi tutte le altre specie ittiche e moltissime piante acquatiche. In questo stato, i pesci rossi sono stati ufficialmente classificati come specie invasiva ed è diventato illegale rilasciarli in natura.

Qualche tempo fa, le stesse autorità del Minnesota hanno avuto grandissime difficoltà con questi pesci e hanno dovuto catturarne oltre 50 mila esemplari che avevano invaso un ruscello, distruggendone completamente l’habitat naturale. Il problema dei pesci rossi non riguarda solamente gli Stati Uniti, ma anche alcuni paesi dell’Europa stanno affrontando delle situazioni analoghe.

In Inghilterra, per esempio, un ragazzo ha catturato un pesce rosso il cui peso superava i 2 kg. Stazze impensabili in acquario ma che diventano reali in natura. Quindi se avete dei pesci rossi e non avete più la possibilità di tenerli, cercate qualcuno a cui affidarli oppure riportateli al negozio di animali dove li avete acquistati, ma evitate assolutamente di “dare loro la libertà”, perché fareste del male sia a loro che alla natura stessa.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network: